• A A A
  • Print Friendly

    Aggiunto da Redazione il 2011-09-06

    Nel quadro delle iniziative di collaborazione nella lotta alle frodi alimentari avviate da UNAPROL- Consorzio Olivicolo Italiano con i NAC, i Nuclei Antifrodi Carabinieri del Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari, il 13 settembre p.v, alle ore 10 nel corso della manifestazione FIERA DEL LEVANTE – AGRIMED SALONE DELLA PROMOZIONE DELL’AGROALIMENTARE avrà luogo il convegno sul tema: “La tutela della qualità nelle produzioni nazionali dell’olio extravergine d’oliva e la lotta alle frodi”. All’evento interverranno vari relatori tra cui il Presidente di UNAPROL, Dott. Massimo Gargano e il Comandante Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari, Col.t.SFP Maurizio Delli Santi.

    Sono previsti anche interventi del Sindaco di Bari, Dott. Michele Emiliano, e dell’Assessore Regionale Dott. Dario Stefàno. Il convegno vedrà in particolare un work-shop in cui saranno approfonditi gli aspetti operativi dell’azione antifrode con le relazioni del Comandante dei Nuclei Antifrodi Carabinieri di Salerno, Capitano Vincenzo Ferrara, e del Dott. Maurizio Servili dell’Università di Perugia che tratterà gli aspetti scientifici delle analisi di laboratorio nel settore.

    L’iniziativa si inserisce nel quadro del programma di Comunicazione Istituzionale avviato per diffondere la cultura della “legalità” e della “tutela della qualità” nel comparto agro-alimentare con particolare riferimento alle produzioni dell’olio extravergine d’oliva. UNAPROL ha più volte segnalato le nuove forme di minaccia per le produzioni nazionali che devono confrontarsi con competitors che pongono in commercio “olio extavergine d’oliva” a costi bassissimi, ma ben lontani da quello derivato dalla qualità delle cultivar nazionali.

    Proprio il 2 agosto scorso, nell’ambito dei controlli straordinari sulle importazioni dell’olio extravergine d’oliva disposti dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, i NAC, Nuclei Antifrodi Carabinieri, hanno individuato una frode commerciale sul flusso di commercializzazione dell’olio extravergine d’ oliva che ha portato al sequestro di oltre 9000 litri olio risultato “deodorato” alle analisi di laboratorio. In particolare è stata individuata una azienda olearia nazionale che ha importato olio proveniente dalla Spagna e dalla Grecia e lo ha miscelato per destinarlo ad aziende del settore della ristorazione; alle analisi di laboratorio, svolte dai tecnici dell’ Ispettorato Controllo Qualità e Repressione Frodi, si è rilevato “olio deodorato” e come tale non commerciabile come olio extravergine d’oliva per avere superato i c.d. “indici di deodorazione”, gli alchilesteri (75 milligrammi al Kg) previsti dalla nuova normativa comunitaria.

    La qualità alimentare è costantemente oggetto dell’azione antifrode del Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari che ha intensificato i controlli nel settore, sviluppando anche iniziative di collaborazione a tutela delle associazioni di produttori nazionali, che nella maggioranza rispettano le regole e si sentono danneggiati dalla concorrenza sleale di chi cerca di lucrare a discapito della qualità dei prodotti e del rispetto dei consumatori.

    UNAPROL, fondata nel 1966 da Coldiretti e Confagricoltura, rappresenta la principale realtà dell’associazionismo nel settore dell’olio d’oliva a livello nazionale ed europeo cui aderiscono circa 550mila produttori olivicoli, rappresentati territorialmente da 71 associazioni provinciali, e pertanto l’impegno comune di tanti operatori del settore a fianco dei Nuclei Antifrodi Carabinieri consentirà sviluppare più efficacemente l’azione antifrode a tutela della qualità nella produzione dell’olio extravergine d’oliva , il prodotto di eccellenza del Made in Italy.

    I NAC ricordano agli operatori del settore e ai consumatori che possono inoltrare richieste di informazioni o segnalazioni di sospetta irregolarità alla casella di posta elettronica ccpacdo@carabinieri.it , oppure contattare il numero verde 800 020320. Per informazioni generali i consumatori possono consultare il sito istituzionale del Reparto sul link http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/consigli/tematici/. Per i casi più gravi e urgenti il cittadino può sempre rivolgersi ad una delle oltre 4600 Stazioni Carabinieri diffuse su tutto il territorio nazionale.

    Comando Provinciale Carabinieri Bari – Sala Stampa

    Print Friendly