• A A A
  • Print Friendly

    Aggiunto da Redazione il 2012-04-19

    Nell’ambito delle iniziative della “XIV Settimana della Cultura” di Canosa di Puglia, la Fondazione Archeologica Canosina Onlus, Puglia Imperiale Turismo, la Dromos.it, la Pro Loco Canosa, con la collaborazione straordinaria di alcuni dei figuranti dell’Associazione Passione Vivente di Canosa, organizzano la prima edizione del “Lungo le vie della Storia”. Si tratta di un evento itinerante, con personaggi figuranti, stand, aperture dei siti museali e/o archeologici e degustazioni. L’obiettivo è quello di offrire una parziale introduzione tematica sull’epoca romana, nell’ambito della storia canosina. In maniera specifica, si tratterà del passaggio tra l’epoca Dauna e l’avvento della Civiltà Romana. Attraverso le varie location in costume e le ricostruzioni, sarà possibile apprendere sinteticamente alcune tappe della storia del municipio romano di Canvsium. Saranno affrontate alcune tematiche iniziali alla storia del rapporto tra Canosa e Roma: dalla battaglia di Canne col ruolo della Matrona Busa alla civitas foederata; all’istituzione del Municipium sine suffragio sotto il Principe Augusto. Tutto sarà allietato, nelle location, da musiche originali offerte dal gruppo di ricostruzione storica Synaulia, già note per aver curato numerose puntate di Superquark e del noto film “Il Gladiatore”. Una occasione unica, sarà assistere alla produzione di ceramica dal vivo, fatta in un luogo suggestivo, dove anticamente esisteva un quartiere produttivo.

    Tappa 01 – Domus Romana di via Coletta/Montescupolo (Tra grecità e romanità)
    Immersi nell’atmosfera della domus romana, si potrà visitare il sito con una guida e assistere alla breve ricostruzione di un triclinio romano con arredi, anfore e figuranti. L’atmosfera è quella del simposium/convivio, dove tra musiche suggestive e l’illuminazione delle lucerne, assisteremo alla piccola rappresentazione figurata con la matrona canosina Medella Dasmia che legge e interpreta l’Ecloga IV di Virgilio. Durante il convivio, si recita anche l’Ecloga V programmatica dalle Bucoliche. L’atmosfera pacata, deriva dalla consapevolezza di una civiltà (Dauna), ormai destinata a tramontare e con essa la sua antica aristocrazia, destinata a divenire romana nelle leggi e fors’anche nella lingua. Medella si rivolge a Dasmo, suo marito, rivelando le sue paure per la fine di un’intera civiltà.
    Un gruppo di ricostruzione storica, interpreterà il vivere quotidiano sulla conservata strada cava, mentre dei ceramisti produrranno dal vivo l’antica ceramica canosina.

    TAPPA 02: PALAZZO SINESI “Vivere in una civitas bilingue”
    Si visita la mostra superiore di Palazzo Sinesi sul corredo funerario dell’Ipogeo Varrese e ci si trasferisce al piano inferiore, dove la guida illustrerà il vivere durante l’epoca romana e i cambiamenti dall’epoca greca. Nella sala dell’armatura, seduta vicino all’armatura stessa, ci sarà un personaggio femminile che incarna il concetto della nuova “donna romana”. Un personaggio vestito da togato, incarnerà il bonus cives (buon cittadino). In esposizione, ci saranno i quadri di tematica storico/artistica dell’artista Vito Lacelli.

    TAPPA 03: Palazzo Fracchiolla/Minerva – La nuova era
    Nell’androne di Palazzo Fracchiolla Minerva, verrà allestita la stanza del Palazzo dei Cesari. Un attore interpreterà il poeta Orazio, intento a scrivere su di un tavolo. Segue la lettura della famosa Satira V. Il tutto si svolge nell’attesa che Mecenate e il Principe Augusto, entrino nello studio del poeta.

    Al termine del breve tour, si potrà chiedere informazioni al centro accoglienza turistica di Piazza Vittorio Veneto, con possibilità di acquisto gadget e pubblicazioni. Particolarmente interessanti, saranno i gioielli in tema di ricostruzione dauna della decoratrice Michela Cianti. Chi desidera, a fine serata, può recarsi per una degustazione a Palazzo Iliceto, dove avrà luogo un evento di Sabino del Vento, con la collaborazione dell’istituto alberghiero L. Einaudi. L’evento “Lungo le vie della Storia”, è stato organizzato (in ordine alfabetico) dalla Dromos.it, Fondazione Archeologica Canosina Onlus, ProLoco Canosa e Puglia Imperiale, con la supervisione storico/artistica dell’Archeologo Dott. Sandro Giuseppe Sardella.
    Orari: 18:00-22:00 (anche in caso di pioggia)
    Inizio dalla Domus di Via Montescupolo, poi Palazzo Sinesi e infine il Palazzo Fracchiolla/Minerva.

    Print Friendly