• A A A
  • PrintFriendly and PDF

    Si è concluso con cinque arresti, quattro denunce a piede libero e due rapine e due furti sventati, un servizio straordinario di controllo del territorio effettuato dai Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, nell’ambito di un più ampio programma finalizzato a prevenire e reprimere il fenomeno dei reati predatori. In particolare, nel capoluogo pugliese, i Carabinieri della Stazione di Bari-Carbonara hanno tratto in arresto il 28enne Vittorio Fucazzaro ed il 24enne Giuseppe Rossini, entrambi residenti a Ceglie del Campo e già noti alle Forze di Polizia, accusati di rapina aggravata in concorso. I due, armati di coltello a serramanico, hanno avvicinato un uomo in via Della Croce e, sotto minaccia, si sono fatti consegnare il “Rolex” dileguandosi per le vie circostanti, venendo poi bloccati presso l’abitazione del 28enne. Il prezioso orologio è stato recuperato e restituito all’avente diritto. Tratti in arresto i due, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, sono stati associati presso la locale casa circondariale. A Santo Spirito invece, i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto il 43enne Giovanni De Filippis, del quartiere “San Pio” e già noto alle Forze di Polizia, accusato di tentata rapina. L’uomo, taglierino alla mano, ha fatto irruzione in una tabaccheria di via Napoli pretendendo la consegna del denaro, venendo bloccato mentre tentava di dileguarsi. La successiva perquisizione ha consentito di rinvenire nella sua disponibilità il taglierino che è stato sottoposto a sequestro. Tratto in arresto il 43enne, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, è stato associato in regime di arresti domiciliari presso la sua abitazione.
    In via Andrea da Bari, i Carabinieri della Stazione di Bari-San Nicola hanno altresì arrestato il 72enne Luigi Morisco, già noto alle Forze di Polizia, ed un 30enne incensurato, entrambi baresi, accusati di furto con destrezza. I militari avevano notato due individui sospetti pedinare un anziano signore al quale dopo avergli bagnato la giacca con del liquido bianco, gli sfilavano 100 euro dalle tasche appena prelevate da un vicino Istituto di Credito. Bloccati e tratti in arresto i due, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, sono stati associati in regime di arresti domiciliari presso le loro abitazioni. Il denaro, interamente recuperato, è stato restituito all’avente diritto. A Casamassima infine, i Carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà quattro giovani incensurati ritenuti responsabili di furto aggravato. I quattro, all’interno dell’ipermercato “Auchan”, dopo aver tagliato i dispositivi antitaccheggio si sono impossessati di vestiti, scarpe e materiale informatico, per un valore di 500 euro, oltrepassando le casse senza pagare. Bloccati e sottoposti a perquisizione sono stati trovati in possesso dell’intera refurtiva che è stata restituita all’avente diritto.

    Comando Provinciale Carabinieri Bari – Sala Stampa

  • A A A
  • PrintFriendly and PDF

    Comments are closed.