Allargamento Sp2 “Andriese-Coratina” (ex Ss98): firmato il contratto per il secondo lotto

andriese-coratina-ex-ss-98E’ stato sottoscritto nei giorni scorsi il contratto con la ditta aggiudicataria dei lavori di ammodernamento, allargamento del piano viabile e realizzazione della viabilità di servizio dal km 52+285 al km 62+598 della Strada Provinciale n.2 “Andriese-Coratina”, ex Ss98 (secondo lotto). Un intervento da quasi 28 milioni di euro, di cui 24.750mila euro di fondi Cipe e 3.200mila euro di cofinanziamento della Provincia, attraverso mutuo contratto presso la Cassa Depositi e Prestiti.

«Si tratta di un’altra grande opera che riguarda il nostro territorio – ha ricordato il Presidente facente funzioni della Provincia di Barletta – Andria – Trani Giuseppe Corrado -. Un intervento che, considerando anche il primo ed il terzo lotto, ammonta ad 80milioni di euro, 10 dei quali a carico del nostro ente. Non credo che, con le difficoltà che stanno vivendo, ci siano altre Province in grado di cantierizzare opere così importanti e strategiche».

Da progetto la nuova arteria disporrà di quattro corsie, due per ogni senso di marcia più relative complanari, garantendo maggior sicurezza per la circolazione degli utenti.
«Senza gli sforzi ingenti della classe dirigente del nostro territorio, difficilmente avremmo potuto portare a termine un iter così complicato – ha aggiunto Corrado –. Invece grazie all’amministrazione guidata da Francesco Ventola riuscimmo a recepire il finanziamento Cipe da 70milioni di euro, contribuendo con altri 10milioni di euro di mutuo. Con la Presidenza di Francesco Spina, invece, lo scorso anno sono stati firmati i disciplinari per il finanziamento del secondo e del terzo lotto. Personalmente ho dovuto rispolverare da qualche cassetto un iter bloccato da fin troppo tempo: erano mesi che si poteva sottoscrivere questo contratto ma non lo si faceva».

Il Presidente Corrado ha poi fatto il punto della situazione rispetto ai tre lotti dell’arteria. «Per quanto riguarda questo secondo lotto, già nei prossimi giorni partiranno le procedure espropriative per l’acquisizione del suolo, che saranno in capo all’azienda ed immaginiamo dureranno diversi mesi. Per quanto riguarda il primo lotto, stiamo convocando la conferenza dei servizi decisoria per l’approvazione del progetto definitivo. Quanto al terzo lotto, invece, i tempi sono più lunghi anche a causa di alcuni ricorsi che hanno rallentato il percorso. Parlare di tempi precisi, nel Paese dei riscorsi e della burocrazia, è sicuramente complicato. L’unica certezza resta il nostro sforzo per realizzare nel più breve tempo possibile un’opera strategica per il territorio della Provincia di Barletta – Andria – Trani».