Villa Comunale di Andria, i Verdi: “cacche di cani e pallonate mentre si passeggia. Maggiori controlli”


Andria-villa-comunale“Alla luce della forte pressione antropica che caratterizza la nostra Villa Comunale riteniamo di fare alcune considerazioni, nella speranza di essere ascoltati non solo dall’amministrazione ma anche dai cittadini fruitori della stessa. Non è assolutamente ipotizzabile immaginare la nostra Villa come un canile, piena di deiezioni canine, cani sempre liberi senza guinzaglio, che imperversano in lungo e in largo in tutte le ore del giorno e i cui proprietari lasciano le deiezioni degli stessi sul prato senza raccoglierle. Considerato che c’è un’area per animali perché i proprietari non frequentano quella, lasciando sereni coloro i quali desiderano rilassarsi e non essere disturbati dalla presenza degli stessi?” –
lo dichiarano in un comunicato i responsabili del coordinamento cittadino dei Verdi di Andria.

“A quello degli animali si aggiunge un altro malcostume. Infatti all’interno della Villa, si gioca a pallone, sia nelle aiuole che lungo i viali, non curandosi della incolumità di chi vorrebbe farsi tranquille passeggiate e, soprattutto, dei più piccoli. Quello del calcio in Villa è un’abitudine tutta andriese; in effetti ci pare di non aver mai visto in “zone verdi” di altre città giocare a calcio, né tantomeno l’utilizzo di biciclette che scorrazzano a forte velocità, se non quelle dei piccoli, con la presenza dei genitori.

Considerato che i fruitori della Villa Comunale amano trascorrere ore di tranquillità, riteniamo che un maggior controllo e una serie di regole debbano essere approntate e fatta rispettare per la salvaguardia dei Cittadini e della stessa Villa. Non si può stare seduti o passeggiare e ricevere pallonate! Si capisce, però, che bambini fino a tre o quattro anni che corrono dietro ad un pallone non danno fastidio, oltre questa età sì. Sinteticamente riteniamo che debba essere impedito a chiunque di passeggiare con gli animali nella Villa se non nell’area destinata a tale uso; che non si debba giocare a calcio e che occorre dotare la Villa di rastrelliere per ricoverare le biciclette che non devono in alcun modo transitare all’interno e sanzionare chi non raccoglie le deiezioni animali così come previsto dall’ordinanza sindacale, ma anche chi gioca a calcio e usa la bicicletta. Per questo occorre la presenza dei Vigili Urbani nella Villa! Concludiamo auspicando che un sussulto di civiltà possa partire da queste piccole ma importanti regole comportamentali, nell’interesse di tutti” – concludono i Verdi di Andria.