Schiaffo alle ruspe dell’UE: agricoltori pugliesi riescono a far guarire gli ulivi – VIDEO

Mentre la Regione Puglia sta promuovendo una legge regionale da presentare al Ministro Martina che miri alla ricostituzione del patrimonio arboreo danneggiato favorendo l’impianto di varietà di ulivo tolleranti e di specie alternative quali la vite e mentre l’Unione Europea continua a sostenere abbattimenti degli ulivi presunti infetti, nella parte meridionale della Puglia; c’è chi non solo è riuscito (almeno per ora) a difendere il nostro patrimonio tanto amato al mondo (ed odiato da qualche multinazionale?) dalle frettolose ruspe comandate da istituzioni ben lontane dalla Puglia, ma anche a far guarire questi alberi attraverso buone pratiche agricole. In diverse occasioni e in diversi incontri con esperti, sono state esposte alcune tecniche alternative all’abbattimento. Ma almeno per ora l’UE sembra continui a fare orecchie da mercante. Un giornalista de Il Fatto Quotidiano ha documentato le iniziative di alcuni abitanti del territorio pugliese colpito da xylella, che per l’ennessima volta dimostrano come sia possibile salvare i nostri ulivi senza abbatterli. Del resto, un buon medico dovrebbe cercare di salvare il malato o presunto tale e non invece impedirgli di vivere: