Corpo Forestale dello Stato avvisa i pugliesi: tolleranza zero per chi accende fuochi ed abbandona rifiuti

cfs-corpo-forestale-dello-statoUn ingente spiegamento di forze per la sicurezza ambientale dei principali siti boscati della Provincia di Bari. Saranno oltre 30 le pattuglie del Corpo Forestale dello Stato che, unitamente a un mezzo aereo, pattuglieranno il territorio della provincia di Bari nelle giornate del 14 e 15 agosto. Particolarmente complessa sarà l’operazione Fra’ Diavolo, che riguarderà il plesso boscato di Mercadante, zona presa d’assalto dai gitanti, e località immediatamente limitrofe.

La foresta di Mercadante sarà solcata da oltre 12 pattuglie, unitamente al Nucleo Investigativo del Comando Provinciale del Corpo Forestale di Bari, forze tutte dirette dal Comm. C. Valeria Flore del Comando Provinciale CFS di Bari, che vigileranno sulla sicurezza ambientale del sito.

Il piano di prevenzione coordinato dal CFS prevede il coinvolgimento della polizia locale di Cassano delle Murge e Grumo Appula, nonché della Polizia metropolitana di Bari, dell’Arma dei Carabinieri, dei Vigili del Fuoco, degli operai Arif e dei volontari della Protezione civile.

Ciascuna di queste amministrazioni sarà impegnata per le incombenze di rispettiva competenza, sotto il coordinamento del Comando Provinciale di Bari del CFS, d’intesa con l’Ufficio Territoriale del Governo.

Depliant illustrativi saranno distribuiti ai varchi di ingresso della foresta, per un utile ripasso delle già note regole, il cui rispetto è prezioso per la prevenzione del rischio ambientale.

Si prevede, inoltre, tolleranza zero oltre che per coloro che accendono i fuochi, anche per coloro che si renderanno autori di abbandono e dispersione dei rifiuti.