Il deputato pugliese L’Abbate (M5S): “detrazione per i box di pertinenza della prima casa”

Giuseppe-L-AbbateSia nelle grandi città sia nei piccoli centri abitati, la crescita edilizia spesso non ragionata e ponderata ha condotto ad una penuria di posti auto che ha congestionato sin troppo le arterie varie di superficie. Una misura in grado di risolvere, almeno in parte, la situazione, creando una maggiore disponibilità di parcheggi nelle arterie varie di superficie, è quella di incentivare la domanda e l’offerta di box sotterranei nelle aree urbane densamente popolate. Ma, ad oggi, nonostante i vantaggi sia per la qualità della vita dei cittadini sia di tipo economico, derivanti dall’aumento del gettito tributario e contributivo per la loro realizzazione, la normativa fiscale attualmente in vigore non appare idonea ad accrescere questa possibilità. L’Agenzia delle Entrate, nelle istruzioni al Modello Unico Persone Fisiche 2015 (Rigo RP7- Interessi per mutui ipotecari per l’acquisto dell’abitazione principale), ha provveduto a chiarire che un contratto di mutuo che sia stato stipulato autonomamente da quello acceso per l’acquisto della “prima casa” al fine di acquistare una pertinenza (box), non dà diritto alla detrazione, anche se si tratta di una pertinenza dell’abitazione principale e che non danno, comunque, diritto alla detrazione gli interessi pagati a seguito di aperture di credito bancario, di cessione di stipendio e, in generale, gli interessi derivanti da tipi di finanziamento diversi da quelli relativi a contratti di mutuo, anche se assistiti da garanzia ipotecaria su immobili.

Per questodichiara il deputato pugliese Giuseppe L’Abbate (M5S)ho presentato una interrogazione parlamentare al ministro dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan per comprendere in che modo intenda agire per estendere il diritto alla detrazione degli interessi ipotecari per l’acquisto di box da adibire a pertinenza, anche a coloro che li acquistano successivamente all’abitazione. Una misura che comporterebbe numerosi vantaggi e rappresenterebbe una misura di equità fiscale. Attendiamo di conoscere, dunqueconclude il parlamentare pugliese 5 Stelle la posizione del ministro Padoan, nella speranza che si possa intraprendere presto un percorso legislativo in tal senso”.