Raffica di sequestri di strutture edilizie nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia – VIDEO

sequestri-cfs-manufatti-abusivi-alta-murgia-parco-monopoli-corpo-forestale-dello-statoEnnesima repressione in materia di abusivismo edilizio effettuata dal personale della Stazione del C.F.S. di Monopoli che, in due distinte operazioni, ha effettuato, nelle contrade S. Oronzo e S. Antonio d’Ascula, nell’agro monopolitano, il sequestro preventivo di opere edili in assenza e/o in difformità dei titoli autorizzativi.

In particolare, in contrada S. Oronzo, in una zona di pregio ambientale, sono stati effettuati numerosi interventi contrari alle norme di legge, quali: taglio di piante di interesse forestale, sbancamento di roccia, ristrutturazione di trulli con ampliamento di cubatura e realizzazione ex novo di piazzali, muretti a secco in pietra, pergolato e piscina. La zona, di particolare rilevanza paesaggistico – ambientale, è caratterizzata dalla presenza di numerosi vincoli previsti dal P.U.G./S, tra cui: invarianti strutturali a prevalente valore paesistico ambientale (aree di versante, boschi area di pertinenza, area pSIC, biotopi area annessa), piano di gestione e regolamentazione area S.I.C. (zona naturale “A”), P.P.T.R. Ambito di Paesaggio “Murgia dei Trulli” e Aree protette e Siti naturalistici SIC.

sequestri-abusivi-parco-alta-murgia-monopoli

Il secondo intervento è stato effettuato in contrada S.Antonio D’Ascula, ove è stata contestata la realizzazione di piazzali, muretti in pietra, piscina ed annesse strutture in legno, in assenza del permesso di costruire. In entrambi i casi, i Forestali hanno apposto i sigilli alle aree interessate e hanno deferito all’Autorità Giudiziaria i committenti dei lavori, per violazioni al Testo Unico dell’Edilizia e alle norme paesaggistiche. Sequestri anche in località “Franchini“, nei pressi del comune di Altamura (BA) sono stati effettuati sempre dal CFS, come ricorda questo servizio giornalistico televisivo diffuso anche su Youtube: