Andria: l’isola ecologica riapre, telecamere beccano autori dell’abbandono di rifiuti – VIDEO

La notizia della chiusura era apparsa timidamente con un cartello posto all’ingresso di via stazio. Quel “fino a data da destinarsi” e l’accumulo di rifiuti già presenti a pochi metri dal cancello di ingresso avevano fatto presagire il peggio. Ora, a distanza di circa 24 ore dalla notizia, l’amministrazione comunale di Andria ha diffuso un comunicato dove si precisa che l’isola ecologia di via Stazio ad Andria verrà riaperta molto presto e che la problematica alla sua chiusura era legata a questioni esterne all’azienda appaltatrice. VIDEO:

“Si comunica che nel pomeriggio di oggi,” – si legge nella nota stampa –il Sindaco, avv. Nicola Giorgino, e l’assessore comunale all’Ambiente, avv. Michele Lopetuso, hanno incontrato i rappresentanti della ditta Sangalli ricevendo l’assicurazione che nelle prossime ore l’attività dell’isola ecologica di via Stazio sarà ripresa regolarmente. La chiusura dell’isola è stata infatti provocata dalla impossibilità per la Sangalli di smaltire a sua volta i rifiuti ingombranti (mobili, elettrodomestici,etc.) presso la piattaforma convenzionata perché ormai satura, sia pure temporaneamente. Di qui la chiusura obbligata di via Stazio”.

“Il conferimento in via Stazio -dichiara l’assessore all’Ambiente, avv. Michele Lopetuso – riprenderà nelle prossime ore, come ci ha assicurato la Sangalli, e quindi sarà sanzionato il conferimento abusivo intanto verificatosi o che si verificherà fuori dell’isola ecologica. Lo faremo grazie alle telecamere ivi installate che individueranno gli autori dello smaltimento selvaggio. Contiamo quindi sulla collaborazione di tutti per evitare questi comportamenti incivili” – conclude la nota.