Carlo Cafiero, l’anarchia 170 anni dopo – VIDEO girati a Barletta

carlo-cafieroNacque a Barletta il 1° settembre 1846 da una famiglia avviata nel settore agrario, i Cafiero. Sin da giovane fu aiutato nella carriera diplomatica, che però abbandonò ben presto. A seguito di un incontro a Londra con Karl Marx e Friedrich Engels, Carlo Cafiero si avvicinò prima al marxismo e poi al comunismo anarchico, di cui peraltro divenne uno dei principali esponenti.

Nel 1873, dopo essere stato arrestato, riuscì ad acquistare un terreno in Svizzera, chiamato “La Baronata“, in cui fu costruita un’abitazione che serviva a dare ospitalità ai rivoluzionari di tutta Europa. “La Baronata” divenne la dimora principale, tra gli altri, di Bakunin, legato da una forte amicizia con l’anarchico pugliese (successivamente i rapporti tra i due si ruppero, ma dopo breve tempo l’amicizia si rinsaldò). Durante il suo peregrinare venne arrestato più volte in Italia e in Svizzera, ma la malattia nervosa lo portò al suo internamento in una struttura (1883). Morì a Nocera Inferiore (SA) il 17 luglio 1892. Lo scorso 1° settembre 2016, A 170 anni dalla nascita, movimenti e collettivi autonomi hanno voluto rendere omaggio all’intellettuale barlettano Carlo Cafiero, figura tra le più importanti del movimento anarchico italiano. VIDEO:

Servizio di Amica9tv:

Servizio di Tele Dehon:

Se vuoi mantenerti aggiornato, puoi cliccare “MI PIACE” sulla Pagina di Video Barletta-Andria-Trani: