18enne ruba una catenina ad anziano a Corato, inseguito da Carabiniere di Andria libero da servizio. Arrestato

carabinieriI Carabinieri della Stazione di Corato, unitamente ai colleghi della Compagnia di Andria (BT), hanno tratto in arresto un 18enne, originario della città di Melfi (PZ), ma stabilmente residente nel centro coratino, responsabile di furto con strappo. I fatti oggetto di contestazione risalgono a venerdì sera e si sono verificati nel centro cittadino, via Crocifisso. Per caso fortuito, si trovava un carabiniere libero dal servizio che, mentre moglie e figli attendevano in auto, si apprestava ad effettuare un prelievo di danaro ad un bancomat ubicato nella zona. All’improvviso delle grida ed il militare, che presta servizio alla Compagnia CC di Andria, sente delle grida e vede due giovanotti fuggire a piedi nelle vie del centro.

Immediata la reazione del militare che, dopo aver allertato la Centrale Operativa, si è messo all’inseguimento dei fuggitivi ed aiutato anche dalle indicazioni di alcuni passanti, è riuscito a bloccare uno dei malfattori ed a recuperare la catenina in oro precedentemente asportata, mentre il complice ha fatto perdere le proprie tracce. I successivi accertamenti hanno consentito di stabilire la dinamica dell’evidente delitto. Con un pretesto, a quanto pare la semplice richiesta di un bicchiere d’acqua, i due giovani si sono introdotti nell’abitazione, sita sul ciglio della strada, di una coppia di anziani, carpendone la fiducia. Improvvisamente, l’arrestato, con gesto violento e fulmineo, ha strappato dal collo la catenina in oro dell’anziano e, assieme al correo, si è dato a precipitosa fuga. Condotto presso la Stazione di Corato, lo scippatore è stato quindi arrestato e tradotto presso la Casa Circondariale di Trani, mentre la catenina d’oro è stata restituita all’avente diritto.

Sono tutt’ora in corso approfonditi accertamenti, da parte dei militari della Compagnia di Trani, per stabilire non solo l’identità del concorrente nel delitto, ma anche l’eventuale possibilità che i due si siano resi responsabili di ulteriori scippi occorsi negli ultimi giorni nella città di Corato e nei restanti comuni limitrofi.

Fonte: Comando Provinciale Carabinieri Bari
Sala Stampa