Al via al “Festival della Ruralità” dell’Alta Murgia: le iniziative a Bari, Andria, Corato e Ruvo di Puglia

festival-della-ruralitaAl via la quarta edizione del Festival della Ruralità organizzato dal Parco Nazionale dell’Alta Murgia in collaborazione con Legambiente. “DOPPIOZERO – chilometro zero, impatto zero  è il tema su cui verterà quest’anno la manifestazione che dedicherà ampio spazio a temi come agricoltura biologica, sicurezza agroalimentare, cicloturismo e tesori dell’enogastronomia murgiana.

Dal 22 al 25 settembre la città di Bari e le masserie dei Comuni di Corato, Ruvo di Puglia e Andria, ricadenti nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia, ospiteranno un programma ricco di appuntamenti: workshop, laboratori didattici, aperitivi letterari, escursioni, agropasseggiate, ciclopasseggiate e degustazioni di prodotti tipici animeranno il più grande parco rurale d’Italia e uno fra i più grandi d’Europa, accogliendo ospiti illustri provenienti dall’Italia e dall’estero.

Il Festival della Ruralità è stato presentato questa mattina in conferenza stampa da Cesare Veronico, Presidente del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, e da Francesco Tarantini, Presidente di Legambiente Puglia, alla presenza di Michele Emiliano, Presidente della Regione Puglia, e di Anna Maria Curcuruto, Assessore all’Assetto del Territorio e Paesaggio della Regione Puglia.

Per tanto tempo agricoltura e ambiente sono stati considerati come due mondi contrapposti – ha dichiarato il presidente del Parco Cesare VeronicoCon questo festival abbiamo creato occasioni di dialogo, promosso buone pratiche, dimostrato concretamente come la qualità delle produzioni e dell’ambiente siano funzionali reciprocamente. In questo, le nostre aziende hanno avuto un ruolo fondamentale. Il Parco ha contribuito alla valorizzazione del territorio aggiungendo a quel binomio un terzo elemento: l’ecoturismo. Se oggi il nostro Parco è considerato un punto di riferimento a livello nazionale, lo dobbiamo alla condivisione di questa visione. E per tutte queste ragioni, stiamo presentando la candidatura del Parco Nazionale dell’Alta Murgia come Riserva Biosfera UNESCO: un percorso partecipato che condivideremo con istituzioni, aziende e associazioni del territorio”.

“La quarta edizione del Festival della Ruralità rappresenta un importante momento di confronto su temi quali agricoltura biologica, sicurezza agroalimentare, enogastronomia murgiana – ha commentato Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia Oggi il settore agroalimentare rappresenta il 14% del Pil nazionale e l’Italia è il primo Paese d’Europa per prodotti tipici certificati. Purtroppo, però, preoccupano gli illeciti legati alla filiera agroalimentare, ossia le contraffazioni del made in Italy. A tal fine è importante approvare il disegno di legge che introduce i nuovi reati agroalimentari. Il festival sarà anche l’occasione per parlare di cicloturismo in un Parco che si candida a diventare il più ciclabile d’Italia”.

L’Assessore Anna Maria Curcuruto ha manifestato il pieno supporto della Regione Puglia al Festival: “Il territorio pugliese, per oltre il 50% è un territorio tutelato, dai due parchi nazionali, dai 18 parchi regionali, dai s.i.c. e dalle aree marine protette.  Oltre i parchi c’è un territorio altrettanto bello e da tutelare: il modello dei parchi a mio avviso è un modello esemplare che può e deve essere diffuso nel territorio, perseguendo la strada della qualità dei prodotti, dell’ambiente e del turismo. Un festival come quello della Ruralità permette di promuovere l’intero sistema della bellezza: iniziative come queste sono le benvenute”.

Giovedì 22 settembre il Festival della Ruralità sarà aperto da “Il Parco in Piazza”, evento promosso da Coldiretti Puglia e Legambiente, in programma a Bari in Piazza del Ferrarese, dalle 10 alle 21, dove sarà allestita una mostra mercato delle aziende agricole di Campagna Amica. L’inaugurazione avrà luogo alle 10,30 alla presenza del Sindaco della Città Metropolitana di Bari Antonio Decaro, del Presidente del Parco Nazionale dell’Alta Murgia Cesare Veronico, del Presidente di Legambiente Puglia Francesco Tarantini, del presidente di Coldiretti Puglia Gianni Cantele, e dei sindaci dei Comuni di Corato, Ruvo di Puglia e Andria.  Nel corso della giornata, in piazza del Ferrarese, si terranno i laboratori didattici a cura di Multiversi (dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18).

A partire dalle 18,30, invece, il Teatro Comunale di Corato ospiterà l’incontro “Alta Murgia: produzioni d’eccellenza e turismo di qualità per la buona crescita del territorio”, dove interverranno Loredana Capone, Assessore al Turismo della Regione Puglia, Cesare Veronico, Presidente del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, e Stefano Ciafani, Direttore Legambiente Nazionale. In collegamento video dal Salone del Gusto Terra Madre di Torino ci saranno Gaetano Pascale, Presidente Slow Food Italia, Lucio Cavazzoni, Presidente Alce Nero, e Rossella Muroni, Presidente Legambiente Nazionale.

Nei giorni successivi gli incontri si sposteranno nelle masserie dei Comuni ricadenti nel Parco, partendo da Corato (23 settembre, Masseria Cimadomo, tema: Chilometro zero, un’agricoltura di qualità), passando per Ruvo di Puglia (24 settembre, Masseria di Cristo, tema: Impatto zero, la campagna da pedalare)  e concludendo il tour ad Andria (25 settembre, L’Altro Villaggio, tema: Il Parco in festa).

Durante le quattro giornate del Festival della Ruralità, in alcuni dei luoghi più suggestivi del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, saranno organizzate escursioni, agropasseggiate e ciclopasseggiate (info e prenotazioni al 340 548 8636 o guidealtamurgia@gmail.com) e la versione speciale di Puliamo il Mondo 2016, ovvero “Alta Murgia Pulita”, l’iniziativa a cura dei circoli di Legambiente che vedrà impegnati i suoi volontari nella pulizia di alcune aree dei Comuni ricadenti nel Parco.