Roma: anche Bari e Andria-Barletta-Trani protestano in massa contro direttiva UE Bolkestein. Presenti Di Maio (M5S) e Salvini (Lega Nord) – i VIDEO

bolkesteing-roma-2016Una manifestazione che non è certo passata inosservata quella svoltosi ieri a Roma contro la direttiva dell’Unione Europea “Bolkestein“. Anche i venditori ambulanti delle Province di Bari e Barletta – Andria – Trani hanno protestato grazie all’organizzazione messa in atto da Savino Montaruli (Unimpresa Bat).  Una manifestazione per “farsi sentire ma soprattutto ascoltare da chi non ha saputo tutelarli e salvaguardarli svendendo anche le strade, le spiagge e i mercati alle multinazionali, soprattutto alla grande distribuzione organizzata che vorrebbe sbarazzarsi della loro principale concorrenza diretta”. Alla manifestazione, alla quale ha partecipato anche il consigliere regionale pugliese Mario Conca (M5S), primo firmatario di una mozione regionale per escludere gli ambulanti dalla direttiva voluta dall’Unione Europea, hanno partecipato anche il Vice-Presidente della Camera dei Deputati, Luigi Di Maio (M5S) e persino il leader della Lega Nord Matteo Salvini. Qui sotto il VIDEO dell’intervento di Di Maio:

Arriveranno all’argenteria di casa nostra se glielo permetteremo. La Bolkestein per fregare i commercianti (e non solo), il salva-banche per derubare i risparmiatori, la riforma costituzionale per espropriare gli elettori dal diritto al voto. Dicendo #NO ogni giorno proviamo a riprenderci la nostra libertà per cambiare il Paese. Diciamo #NO e cambiamo tutto. #IODICONO” – riporta Luigi Di Maio sulla sua Pagina Facebook. Il post:

“Se l’Europa è quella della Bolkestein, meglio soli che mal accompagnati. Gli ambulanti italiani non hanno bisogno di qualche cretino di Bruxelles che spieghi loro come si fa il commercio e il turismo. Qui ci sono migliaia di posti di lavoro in ballo. Ritenetemi a disposizione per andare a rompere le scatole al Governo Renzi per fare qualcosa. Tutto quello che possono fare i comuni e le regioni sono panni caldi. O qualcuno viene a Bruxelles a dire “io della direttiva me ne fotto” oppure salta tutto quanto. O il governo dice no, oppure ci incateniamo sul mercato, sulla spiaggia. Ma sarebbe tardi, c’è ancora qualche settimana di tempo per evitare l’inevitabile. Semplicemente basterebbe copiare gli altri paesi europei che hanno detto “qui questa direttiva non la applico” – afferma sul palco Matteo Salvini, che aggiunge: “a prossima volta se le cose non saranno ancora cambiate, andremo a protestare a Montecitorio e rimarremo li”. Il VIDEO:

“Guardate che in Europa hanno già deciso. L’Italia non deve più produrre e vogliono monopolizzare il turismo con un’associazione unica” – è l’avvertimento del sindacalista andriese Savino Montaruli (Unimpresa Bat). Il VIDEO: