Da Andria la riflessione: “Finalmente fine a governi non eletti dal popolo con interessi di banche e dell’alta finanza”

“Ora è giunto il momento di ritornare alle urne ed eleggere un governo eletto democraticamente dal popolo italiano. Ci viene consegnato un Paese allo sbando, che ha tutelato, durante questi anni di governi non eletti dal popolo, solo gli interessi delle banche e dell’alta finanza, attraverso tecnocrati e burocrati che hanno dimenticato i problemi reali dei lavoratori, delle famiglie, dei pensionati e di tutte le fasce più deboli del nostro paese. Dinanzi a noi vi sono sfide importanti che riguarderanno il ruolo dell’Italia in Europa, l’occupazione giovanile, il lavoro, il prelievo fiscale, le povertà, il fenomeno della migrazioni e il futuro dei nostri figli e delle future generazioni”. 

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Si deve mettere in campo un’azione politica seria e concreta, tesa a risolvere i problemi quotidiani degli italiani. Tutto ciò, può essere realizzato solo attraverso una politica di centrodestra, guidata da quella lungimirante visione della politica del fare, che ha, sin da sempre, caratterizzato il presidente Silvio Berlusconi. Un leader straordinario, un uomo unico, uno statista che, ancora una volta, ha deciso di scendere in campo per amore della sua nazione e di tutti quegli italiani che hanno riposto fiducia in lui durante questi anni.
Il futuro ci appartiene ed ora, come non mai, dobbiamo scendere in campo per ridare dignità e credibilità alla nostra Italia in Europa e nel mondo”.

- Prosegue dopo la pubblicità -