Passaggi a livello aperti durante il transito dei convogli: situazione inaccettabile!

passaggio-livelloDopo lo scontro ferroviario avvenuto tra Andria e Corato, sono in aumento le segnalazioni di molto cittadini in diversi comuni del nord barese a proposito di situazioni poco rassicuranti circa il servizio ferroviario. Tra questi, sotto i riflettori anche gli stessi passaggi a livello: sono già diventati virali le immagini di alcuni passaggi a livello che si mostrano pericolosamente aperti quanto invece dovrebbero chiudersi. Ad Andria, nel frattempo, è stato creato su Facebook il gruppo “Pendolari Bari Nord” all’interno del quale alcuni utenti hanno già invitato chi di dovere ad effettuare ulteriori controlli al passaggio a livello di Corso Cavour.

Per gli stessi pendolari, se fossero confermate le affermazioni di alcuni politici locali, da settembre toccherà molto probabilmente utilizzare l’autobus al posto del treno  per quanto concerne la tratta Barletta-Ruvo (su questo rimaniamo in attesa di eventuali comunicazioni ufficiali). Il trasporto su gomma sostitutivo dovrebbe servire a colmare il tempo necessario per la messa in sicurezza della tratta ferroviaria (a tal proposito sarebbe utile scoprire quanto tempo occorra per inserire i dispositivi di sicurezza).

Ormai da tempo denunciamo in Parlamento il problema del gravissimo malfunzionamento di numerosi passaggi a livello senza alcuna risposta del Ministro Delrio e di chi è tenuto a vigilare”, dichiara il portavoce Diego De Lorenzis, Capogruppo del M5S della IX Commissione Trasporti della Camera.

diego-de-lorenzis

“Ogni giorno tocca ad un altro treno delle Ferrovie Sud Est e il passaggio a livello incustodito è ora quello tra Martina Franca e Locorotondo, oppure quello tra Bitonto e Santo Spirito– presegue De Lorenzis – “Si tratta di situazione gravissima che crea pericolo e panico, spesso provoca collisioni tra autovetture e treni ed è inaccettabile non intervenire ancora sulla sicurezza dopo il drammatico disastro ferroviario di Andria-Corato”.

Il Governo spende milioni per opere inutili, quando noi chiediamo di adottare un piano di sostituzione dei passaggi a livello con cavalcavia e sottopassi al fine di diminuire il rischio di incidenti e i disagi per la cittadinanza evidenziando i costi e la programmazione gli interventi – precisa il portavoce – “Abbiamo già proposto che queste reti siano poste subito sotto il controllo dell’Agenzia nazionale della sicurezza ferroviaria e che il Governo finanzi immediatamente tutti gli interventi per innalzare il livello di sicurezza agli standard nazionali”.

Dopo i proclami del Ministro all’indomani del dramma di Andria con annunci mirabolanti di miliardi stanziati, non si vede un provvedimento reale con tali risorse stanziate, ma solo nuovi annunci che riguardano sempre le stesse risorse già vecchie– conclude De Lorenzis – “Speriamo che il passaggio della società FSE alle Ferrovie dello Stato italiano possa offrire una soluzione, anche se pure sulla rete ferroviaria italiana, dove transitano i treni di Trenitalia, ci sono problemi di sicurezza, confermando i nostri timori che le risorse stanziate non siano sufficienti”.

 

-- Segui tutti gli aggiornamenti! --
clicca "MI PIACE" sulla Pagina di VideoAndria.com



-- Iscriviti al Gruppo Whatsapp : --
richiedendolo al numero:353-318-7906

- Invia Segnalazioni al numero
WHATSAPP:353-318-7906

- Gruppo Telegram --> CLICCA QUI <--
- Canale Telegram --> CLICCA QUI <--
Puoi seguire le news e inviare segnalazioni anche sul seguente gruppo Facebook: CLICCA QUI