Minzolini “salvato” dal Senato, mentre Berlusconi fu estromesso. De Mucci (FI BAT): “accanimento politico e giudiziario senza precedenti”

“Oggi il Senato della Repubblica ha votato e detto no alla decadenza del sen. Minzolini. Di fatto, è stata bocciata la legge Severino che estromise Silvio Berlusconi dal Senato della Repubblica” – dichiara il Commissario Provinciale di Forza Italia BAT, Luigi De Mucci  in merito al salvataggio di Minzolini in senato.

Dopo lunghi rimandi, infatti, la questione della decadenza dell’ex direttore del Tg1, aperta dalla condanna definitiva per peculato con interdizione, è approdata in Aula: il salvataggio di Minzolini è passato con 137 voti a favore, 94 contrari e 20 astenuti l’ordine del giorno di Forza Italia che ha proposto di respingere la deliberazione con cui sette mesi fa la Giunta per le autorizzazioni aveva votato la revoca del mandato parlamentare.

Decade di fatto la Legge Severino, questioni emerse in occasione dell’esame di casi analoghi, a partire da quello che portò alla dichiarazione di decadenza di Silvio Berlusconi. Occorre anche ricordare che entrambi, infatti, presentarono ricorso alla Corte dei diritti dell’uomo di Strasburgo contestando la violazione del favor rei. Minzolini sembra abbia già annunciato le dimissioni, ma anche in quest’ultimo caso la decisione spetterà nuovamente al Senato della Repubblica.

Da qui la riflessione: perché Minzolini è stato “salvato” dal Senato, mentre Berlusconi no?

“Abbiamo assistito ad un accanimento politico e giudiziario senza precedenti nei confronti di un leader politico votato da milioni di italiani. Un vero e proprio colpo di Stato. Oggi ne abbiamo ancor più certezza!” – conclude De Mucci.


-- Segui tutti gli aggiornamenti! --
clicca "MI PIACE" sulla Pagina di VideoAndria.com:

- Canale Telegram --> CLICCA QUI <--
OPPURE
-- Partecipa alla discussione iscrivendoti a: --
- Gruppo Whatsapp richiedendolo al numero WHATSAPP:353-318-7906
- Gruppo Telegram --> CLICCA QUI <--
- Invia Segnalazioni al numero WHATSAPP:353-318-7906
Puoi seguire le news e inviare segnalazioni anche sul seguente gruppo Facebook: CLICCA QUI