Atp di Andria: è Matteo Berrettini il primo finalista della quarta edizione del challenger

berrettiniE‘ Matteo Berrettini il primo finalista della quarta edizione del challenger Atp di Andria. Il 20enne romano continua a sorprendere al torneo internazionale. Anche in semifinale ha la meglio sul bielorusso Egor Gerasimov, in due set combattuti e coditi da una buona dose di spettacolo. In un’ora e dodici minuti di gioco, il giovane talento azzurro si sbarazza di un altro tennista esperto, cosi come aveva fatto in precedenza con Chiudinelli e soprattutto con Robredo. Più equilibrato il primo set, durato 46 minuti e concluso al tie break da Berrettini, bravo a tenere testa al quotato avversario, per poi superarlo nei momenti cruciale del parziale. Più agevole il secondo set, durato 24 minuti, grazie al break sul 2/1 che ha permesso a Berrettini di chiudere in scioltezza per 6/3 con 15 ace messi a segno, una tenuta psicofisica eccellente ed una tecnica sopraffina. Tutte qualità che unite alla simpatia, lo hanno fatto diventare il beniamino del pubblico andriese, accorso numeroso al palasport di viale Germania.

Anche nel  pomeriggio di sabato 26 novembre, Luca Vanni ha emulato le gesta del connazionale Matteo Berrettini, vincendo la semifinale contro ogni pronistico. I due italiani, oggi pomeriggio alle ore 18, nel Palasport di corso Germania, si contenderanno la vittoria del Challenger andriese. Prestazione da incorniciare quella di Luca Vanni che in tre set combattutissimi (6-4/2-6/6-2) ha avuto la meglio sul numero uno del main draw, l’ucraino Sergy Stakhovsky. Unico passaggio a vuoto nel secondo set, quando l’ucraino ha abbozzato una rimonta, per poi essere domato nel terzo parziale, con il tripudio del numeroso pubblico  soddisfatto per lo spettacolo offerto. Sempre nel Palasport si è disputata la finalissima del torneo doppio dove ha trionfato la coppia olandese Koolhof-Middelkoop che ha battuto 2-0 (6-3/6-3) la coppia della Repubblica Ceca Jebavy-Kolar.