Ad Andria le colonnine per le auto elettriche “promuovere ambiente pulito, diesel cancerogeno” – FOTO

Spuntano le prime colonnine per le auto elettriche: è quanto possibile constatare almeno in viale Roma ad Andria, ovvero nei pressi degli uffici comunali in Piazza Trieste e Trento. L’amministrazione comunale di Andria dimostra quindi sensibilità ed interesse nei confronti di un’ambiente più pulito grazie all’utilizzo di veicoli elettrici in grado di evitare le pericolose e dannose emissioni che quotidianamente vengono rilasciate da veicoli a benzina e/o a diesel. Andria aderisce così al programma Puglia Active Network (PAN).

A rendere l’appello e l’azione di Bruxelles ancor più urgente è il recente lavoro dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità). Gli esperti, infatti, hanno rilevato prove sufficienti per stabilire una stretta correlazione fra i motori alimentati a gasolio e il cancro: “Le emissioni allo scarico dei motori diesel sono cancerogeni certi per gli esseri umani e l’esposizione a tali gas è associata ad un rischio accresciuto di tumore al polmone ed anche ad un maggior rischio di cancro alla vescica“. Questo è il verdetto del gruppo di lavoro che ha portato i motori alimentati a gasolio alla classificazione nel “Gruppo 1”, quello delle sostanze cancerogene certe, mentre in precedenza le emissioni dei diesel erano annoverate nel “Gruppo 2” delle sostanze probabilmente cancerogene per l’uomo.

Negli ultimi giorni, alcuni cittadini hanno notato la presenza della colonnina in Viale Roma, inviandoci alcuni scatti fotografici (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui). Una foto:

“Migliorare le performance e abilitare una gestione innovativa della rete elettrica: sono questi gli obiettivi principali di Puglia Active Network (PAN), il progetto da 170 milioni di euro predisposto da e-distribuzionein risposta al bando europeo NER 300″. Lo riporta lo stesso sito web.

La Puglia è una regione con una elevata presenza di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili e necessita quindi di ottimizzare l’esercizio della rete elettrica, caratterizzata da una forte saturazione. Grazie alle nuove tecnologie smart sarà possibile gestire in maniera ottimale questa produzione frammentata, in modo da consentire l’immissione in rete di una quantità di energia rinnovabile sempre maggiore, migliorando allo stesso tempo la qualità del servizio.

Grazie a Puglia Active Network una rete intelligente percorrerà l’intera Regione, integrando l’energia generata dagli impianti rinnovabili distribuiti sul territorio e garantendo ai Clienti un costante accesso alle informazioni sull’andamento dei consumi.

Il progetto, che avrà una durata di 9 anni (2014-2023), si basa su tre azioni principali:

  • potenziamento della rete elettrica, per una sua maggiore efficienza e sicurezza;
  • sviluppo su scala regionale di una infrastruttura di ricarica per veicoli elettrici integrata nella rete di distribuzione, per implementare un nuovo modello di mobilità ecosostenibile a zero emissioni;
  • monitoraggio dei consumi energetici con il kit Smart Info+ per sviluppare una maggiore consapevolezza nell’utilizzo dell’energia elettrica (nelle abitazioni e nelle piccole attività commerciali).

“In particolare, con l’implementazione di PAN diventerà smart circa il 50% delle linee di media tensione della regione e oltre 8000 cabine saranno in grado di dialogare tra loro attraverso una velocissima rete di telecomunicazione in tecnologia LTE (Long-Term Evolution) in aree a bassa/media densità abitativa”. Linkiamo qui sotto un video diffuso su YouTube:

Le nuove cabine sono attive da tempo anche nel foggiano e sono prodotte da e-distribuzione S.p.A. (fino al 30 giugno 2016 Enel Distribuzione), azienda italiana che opera nel settore dell’energia elettrica. Un altro scatto fotografico effettuato ad Andria in Viale Roma: