Aiuti UE a stoccaggio privato olivo di oliva, Marmo: “In Spagna si stanno già organizzando è bene che anche l’Italia aderisca”

“L’Unione Europea recentemente ha aperto all’aiuto dell’ammasso privato per il settore dell’olio d’oliva per cercare di mitigare una situazione difficile del mercato causato da un aumento della produzione, soprattutto in Spagna, e dal perdurare della squilibrio tra domanda e offerta. Il primo periodo nel quale si potranno presentare le richieste è dal 21 novembre al 26 novembre con una quantità minima di offerta di 50 tonnellata con un importo della cauzione pari a 50euro a tonnellata. Quello dell’Unione Europea è un atto che, seppur con un contribuito minimo di 5 euro a quintale, rappresenta un primo e significativo passo a sostegno degli agricoltori, delle cooperativa e dei frantoiani” – lo dichiara il consigliere regionale Nino Marmo (Forza Italia) che aggiunge:

“In Spagna hanno fortemente spinto per ottenere questo contributo a cui tutti i paesi europei adesso possono accedere. È bene che questo avvenga anche in Italia, anche per cercare di contrastare il potere della grande distribuzione che costringe da un lato i produttori ad abbassare costantemente il prezzo di vendita, instaurando all’origine, anche non volendolo, un effetto di ribassi; dall’altro a intensificare sempre di più le produzioni con il rischio di ritrovarsi grosse quantità di invenduto” – conclude Marmo.