Alla Fiera del Levante la IX edizione del Meeting del Volontariato, partecipa anche Andria

meeting-volontariatoRiscoprire la vera natura e originalità dell’uomo che si esprime nella relazione con l’altro, un bene arricchente, contro una crisi che innanzitutto è culturale e valoriale. È questo il focus della nona edizione del Meeting del Volontariato titolato “C’è un posto per tutti e un bene per ciascuno”, che si svolgerà sabato 3 e domenica 4 dicembre prossimi presso la Fiera del Levante di Bari, nel Padiglione 9 e nell’Impact Hub. L’evento, appuntamento ormai consolidato dedicato alla gratuità e alla solidarietà, è organizzato dal Centro di Servizio al Volontariato “San Nicola” con le associazioni di volontariato di Terra di Bari. Quest’anno, si svolgerà in collaborazione con l’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Riccardo Lotti – Umberto I” di Andria.  La manifestazione è patrocinata dalla Regione Puglia, dalla Provincia Bat, dalla Città Metropolitana di Bari, dal Comune di Bari – Assessorato al Welfare, dall’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, dall’Asl Ba e dall’Asl Bat.

Il Meeting del Volontariato è aperto a tutti coloro che vogliono scoprire e incontrare in un clima di amicizia le centinaia di volti della solidarietà del nostro territorio. Il Meeting, infatti, è il luogo della cittadinanza attiva, delle buone pratiche in cui sono rappresentate le molteplici forme che può assumere l’impegno a favore della comunità. Le oltre cento associazioni di volontariato che animeranno il Meeting racconteranno le loro esperienze di gratuità vissute in ogni ambito sociale. La loro opera è fondamentale perché contiene un “quid” che va oltre la soddisfazione di un bisogno. “Ciò che i volontari offrono – spiega Rosa Franco, presidente del CSV “San Nicola” – è una vera relazione con la persona, è riconoscere nell’altro un bene donato che ci fa essere più noi, che ci spalanca nuove prospettive e ci mette in moto. È questa ricchezza che le associazioni di volontariato presenti al Meeting testimoniano, appassionando i visitatori a diventare parte di una comunità generativa, ossia capace di riconoscere il valore di ciascuno e, dunque, di trovare al proprio interno le risorse per potersi sviluppare e crescere nel segno della coesione e dell’equità.” Per questo il Meeting è anche il luogo del dialogo tra le associazioni e con i soggetti pubblici e privati che lo frequentano. “Dalla conoscenza reciproca – conclude la presidente – nascono nuove idee e nuove collaborazioni per fare ed essere comunità, per dare vita ad un welfare condiviso che affianchi e integri quello pubblico in un sistema a rete tra i vari attori”.

Il Meeting del Volontariato è anche il luogo del confronto sul tema proposto in ogni edizione. Il valore della reciprocità e dell’amicizia, che porta a guardare l’altro come un bene donato e non come un nemico, sarà al centro di sei convegni. Ad animarli relatori d’eccezione che porteranno le loro esperienze concrete, le tracce di come sia possibile invertire la tendenza drammatica della nostra società all’isolamento e all’individualismo.

Si comincerà sabato 3 alle ore 10.00 con il convegno “Un bene che cambia”, presieduto da Rosa Franco, durante il quale saranno soprattutto i ragazzi invitati ad intervenire a raccontare come la

loro vita sia cambiata grazie ad un incontro. Seguiranno i convegni alle ore 16.00 “Un bene che include”, che metterà a tema l’accoglienza degli stranieri; alle ore 18.00 “Un bene che va custodito”, in cui si parlerà di ambiente con mons. Filippo Santoro, arcivescovo metropolita di Taranto; domenica 4 dicembre alle ore 10.00 “Un bene che arricchisce” sarà dedicato al tema del cibo, quello materiale offerto agli indigenti e quello immateriale che muove l’animo; alle ore 16.00 “Un bene che accoglie” presenterà le esperienze di due realtà nate per offrire amicizia e supporto agli emarginati e a chi è in difficoltà; infine, alle ore 18.00 “C’è un posto per tutti e un bene per ciascuno” in cui il tema del Meeting sarà approfondito a partire da quanto emerso dagli incontri precedenti.

Il Meeting del Volontariato è anche il luogo degli eventi espositivi e creativi attraverso i quali trasmettere la bellezza della relazione. Sabato 3 dicembre alle ore 12.30 sarà presentata la mostra “Tanti per tutti. Viaggio nel volontariato italiano”. Si tratta della prima iniziativa di documentazione fotografica capillare del volontariato mai realizzata in Italia a cura di Fiaf (Federazione italiana associazioni fotografiche), Cifa (Centro italiano per la fotografia d’autore) e CSVnet (Coordinamento nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato). La mostra, che sarà possibile visitare nelle due giornate accompagnati da una guida, contiene una parte degli oltre 1.400 scatti selezionati tra i 10.000  inviati da oltre 700 autori.

Sabato 3 alle ore 20.00, si svolgerà il concerto “Se potessi cominciare a dire noi”, un percorso di canzoni di Giorgio Gaber ed Enzo Jannacci che saranno interpretate e introdotte da Valerio Capasa. Attraverso le melodie e i testi ancora una volta si parlerà di cambiamenti possibili per ogni persona solo se si possiede un desiderio profondo, “l’unico motore che muove il mondo”.

Domenica 4 alle ore 20.00, si assisterà allo spettacolo “Associazioni allo sbaraglio”. I volontari che sono soliti invadere il campo per dedicarsi all’altro, invaderanno il palco esibendosi in balli, canti, cabaret, siparietti, recitazione per aggiudicarsi il titolo di migliore “Volontario creativo 2016”.

Anche i bambini potranno respirare l’aria di festa divertendosi e giocando nello “Spazio Bimbi” che nella due giorni sarà animato dalle stesse associazioni di volontariato.

Infine, l’evento offrirà l’occasione a circa 50 alunni dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Riccardo Lotti – Umberto I” di Andria di svolgere uno stage formativo affiancando gli operatori del Csv “San Nicola”. Per loro sarà un’opportunità di apprendimento delle modalità di organizzazione di un evento con il plus valore di conoscere una realtà che propone un modo altro di essere comunità.

Il Meeting del Volontariato rappresenta l’evento finale e di maggiore rilievo delle attività di promozione del volontariato del CSV “San Nicola”. Nelle otto edizioni precedenti, complessivamente, hanno partecipato 876 associazioni di volontariato, 150 scuole per un totale di 12.420 studenti, oltre 200 relatori, intervenuti nei 72 convegni organizzati, e migliaia di visitatori.

I dettagli della manifestazione e l’archivio delle edizioni precedenti sono consultabili sul sito www.meetingdelvolontariato.com