Allarme Sicurezza. Urgente un “Piano Sicurezza per il Commercio”

Auspichiamo che l’incontro richiesto il 10 gennaio scorso alle massime Autorità di Pubblica Sicurezza, relativamente al “Piano Sicurezza per il Commercio”, possa tenersi al più presto.

Intanto dobbiamo purtroppo registrare un ulteriore episodio di tentato furto, con danneggiamento, ai danni di un negozio di abbigliamento di Andria, nella centralissima Viale Crispi.

Anche nell’intera provincia Barletta-Andria-Trani, la situazione è preoccupante e mette seriamente a rischio l’incolumità degli addetti.

Oltre ai danni materiali, questi episodi procurano un danno morale ed economico che non può più essere sostenuto.

I mesi che ci attendono saranno terribili sul piano della stagnazione dei consumi; le vendite a saldo sembrano non essere mai partite o forse sono già finite; la disponibilità economica delle famiglie e dei consumatori è al minimo storico e questa condizione, purtroppo, fa statisticamente aumentare gli episodi legati alla microcriminalità.

Per quanto riguarda il tentato furto al negozio di viale Crispi, le telecamere allestite dal Comando di Polizia Municipale in Piazza Marconi, che abbiamo personalmente sperimentato negli Uffici del Comando, hanno una potenza imponente, tanto da riprendere tutto ciò che accade dalla suddetta Piazza Marconi, ove sono installate, fino a Piazza Trieste e Trento, coprendo l’intero Viale Crispi e Viale Roma, non possono non aver registrato situazioni sospette.

Intanto l’appello ai cittadini: chiunque abbia notato o visto, parli.

Siamo stanchi di vedere la nostra città e gli andriesi tacciati di essere “Una Comunità Omertosa” perché, a nostro avviso, non merita appellativi di questo genere, specie se tali dichiarazioni vengono da soggetti che hanno un ruolo pubblico di altissimo livello, quindi incidono fortemente nell’opinione pubblica.

Andria, 13 gennaio 2010

F.to Savino Montaruli