Alta Murgia: la storia del bambino ucciso e gettato nel pozzo, un grave episodio che non va dimenticato

Una storia terribile che però merita di essere ricordata proprio a causa della gravità quella avvenuta decenni or sono ma cui ricordo appare ancora lucido da parte di chi conosce bene quella zona dell’Alta Murgia:

Parliamo della storia – riportata oggi sul blog di PugliaReporter.com – di un giovanissimo trovato morto in quella che oggi è una zona rurale molto frequentata dai turisti. L’episodio si verificò il 29 Dicembre del 1958 nell’attuale territorio del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, località “Bosco li Noci” in contrada “La Mena” (attuale territorio del comune di Altamura). Stando alle cronache dell’epoca, il bambino – all’epoca dei fatti di soli 12 anni – fu ucciso. A toglierli la vita sarebbero stati dei ladri di pecore che, dopo il delitto, prelevarono il corpo del piccolo introducendolo in un sacco e gettandolo in un pozzo:

La famiglia sarebbe poi riuscita a ritrovare il cadavere del giovanissimo, trasformando così quel luogo tragico in un piccolo sacraio in memoria del giovanissimo figlio scomparso improvvisamente. Non è chiaro se e quanto il terrificante episodio sia stato pubblicamente segnalato dai giornali dell’epoca, ma si tratta di un fatto ben noto in zona. L’assassinio si sarebbe verificato mentre il bambino stava gestendo un gregge di pecore di proprietà della famiglia: un delitto che forse potrebbe aver rappresentato uno dei molteplici episodi criminali avvenuti in un periodo in cui l’Alta murgia non era altro che “terra di nessuno” dove la povera gente finiva spesso per essere vittima di predoni ed assassini. A distanza di anni, in contrada “La Mena“, c’è ancora oggi un’edicola commemorativa che ricorda il 12enne.

Riguardo il blog di VideoAndria.com, ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale da Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo >https://t.me/andriabarlettatrani< da Instagram al seguente indirizzo >instagram.com/andriapuglia< oltre che da Facebook cliccando “mi piace” su >Facebook.com/VideoAndriaWebtv< e da Twitter al seguente indirizzo >twitter.com/videoandria<.  Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all’indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.