Anche ad Andria il “complotto dei frigoriferi”?

“Qual’è la differenza tra Roma ed Andria?” – si chiede provocatoriamente il sindacalista andriese Savino Montaruli, che nei giorni scorsi ha postato sui social la foto di un frigorifero abbandonato nell’area periferica della città, circondato da una serie di rifiuti.

E’ forse il simbolo di una “cultura dell’abbandono dei rifiuti” ancora prepotentemente reale nel nostro territorio e che forse va aldilà della semplice questione politica, in quanto, come diffuso dai giornali nazionali nelle ultime settimane, interessa gran parte della nazione Italia. Resta l’amaro in bocca per chi, di passaggio, è costretto ad assistere nel 2016 a simili scempi ad opera di incivili, stupidi due volte, perché autori di danni ambientali pur avendo la possibilità di usufruire dell’isola ecologia messa a disposizione dall’amministrazione comunale.  Il post diffuso da Montaruli:

…Qual è la differenza tra i frigoriferi della Capitale della Virginia (Raggi) e quelli della Masseria Andria?

Pubblicato da Savino Montaruli su Mercoledì 26 ottobre 2016