Anche quest’anno da Andria l’appello per dire no ai botti di Capodanno, per la sicurezza di tutti, persone ed animali.

L’Oipa Andria organizza per la vigilia di Natale un tavolo informativo per sensibilizzare la cittadinanza a non usare i botti di Capodanno per la salvaguardia dei nostri amici animali. Lo annunciano gli stessi volontari animalisti con un evento Facebook.

Come molti di voi ricorderanno, non si tratta del primo anno in cui gli animalisti cercano in tutti i modi di sensibilizzare la cittadinanza a non utilizzare i botti di Capodanno e al contempo di chiedere all’amministrazione comunale una vera ordinanza anti-botti che proibisca non soltanto l’uso di esplosivi illegali ma di un qualsiasi tipo di esplosivo che purtroppo ogni anno comporta feriti (anche giovanissimi).

Parliamo sia di animali come anche di persone: bambini che perdono le dita delle mani e a volte anche la vista, animali che fuggono dalla paura perdendo il senso dell’orientamento e ancora, uccelli che muoiono di crepacuore per lo scoppio inaspettato di petardi. Sui Botti di Capodanno, linkiamo qui un video che illustra le conseguenze sugli animali spiegate da un veterinario:

Senza poi contare i numerosi episodi di danneggiamento ai danni anche di imprenditori locali, come accaduto lo scorso Capodanno, quando un dehor in Corso Cavour fu letteralmente distrutto dalle fiamme dopo il lancio di alcuni botti. All’epoca un gruppo di volenterosi cittadini organizzatori grazie al gruppo Facebook di “sei un andriese di altri tempi se…” riuscì ad esprimere nel migliore dei modi un senso di vicinanza e solidarietà a chi si era visto di colpo privare di un bene prezioso in un periodo economico già difficile per l’Italia intera. I botti, fatti di carta, plastica e polvere esplosiva, inquinano non di poco l’ambiente e sono potenzialmente pericolosi anche dopo l’utilizzo. Ricordiamo i drammi dell’anno scorso linkando questo servizio televisivo diffuso sul canale YouTube di Tele Sveva:

Basterebbe davvero poco quindi per augurare un futuro migliore per tutti: evitare di utilizzare quei chiassosi, sporchi e troppo spesso pericolosi “botti” per investire quei soldi magari per un’opera di bene, un regalo utile per le famiglie più povere, una scatoletta di cibo in più per un randagio, una coperta in più per gli animali che soffrono il freddo o semplicemente investendo le proprie risorse in famiglia in un modo più utile ed intelligente piuttosto che gettandoli dal balcone facendoli esplodere. 

Questo si che sarebbe un modo convincente per augurare e pretendere al contempo un anno veramente migliore del precedente. Del resto, se pretendiamo tutti che l’anno sia migliore, il cambiamento deve partire da noi, in piccoli ma significativi gesti.

Ricordiamo che sabato dalle ore 11:30 alle ore 20:00, sempre presso lo stand allestito dall’Oipa in via Regina Margherita, si svolgerà inoltre una raccolta fondi per aiutare i volontari nelle numerose emergenze e per raccogliere cibo, traverse, guinzagli, pettorine, coperte, cucce e altro. Auguri (senza botti a tutti) ma con tanto affetto!

Noi della redazione di VideoAndria.com più che segnalare e tentare di sensibilizzare non possiamo: spetta a tutti i cittadini mettersi una mano sulla coscienza (e anche sul portafogli!) e decidere se commettere atti inutili insegnando ai propri figli cose senza senso o pericolose oppure preferire di investire le proprie risorse in maniera più costruttiva.

Un’eventuale ordinanza anti botti sarebbe importante per lanciare un messaggio alla città intera. Ma il cambiamento e la voglia di migliorare deve ovviamente partire dai cittadini stessi.

Noi metteremo a disposizione il nostro sito web per eventuali segnalazioni. Ricordiamo che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui.