Andria: 10 ore di Consiglio Comunale, seduta termina quasi alle 6 del mattino – approvato Piano di Riequilibrio pluriennale e riduzione assessori, ecco cosa verrà tagliato – i video integrali delle registrazioni

Dopo molte ore di lavoro, approvato ieri in Consiglio Comunale il tanto discusso Piano di Riequilibrio pluriennale e con essa anche la possibilità dell’ente comunale dell’accesso al “Fondo di rotazione per assicurare la stabilità finanziaria degli enti locali” di cui all’art. 243 ter TUEL. L’amministrazione Giorgino, dunque è al momento “salva” mentre fanno già discutere i piani di Palazzo di città in merito ai tagli spesa e agli aumenti legati alla manovra locale.

Il documento approvato ieri in consiglio sarà ora inviato presso il Ministero delle Finanze e poi a sua volta alla Corte dei Conti. Tra le varie approvazioni, anche la riduzione degli assessori da 9 a 6 con una riduzione delle indennità del 50%, tagli da un milione di euro alla Multiservice, e la garanzia di un milione e 800mila euro circa destinato al settore socio-sanitario. Fa invece ancora discutere la questione refezione scolastica che, secondo quanto dichiarato dal primo cittadino, avrebbe dimostrato minori introiti negli ultimi tempi e l’eliminazione del contributo nei confronti delle scuole paritarie, pari ad una cifra sui 600.000 euro.

Critiche le opposizioni: Il M5S sottolinea la mancanza di condivisione del piano di rientro mentre Sabino Fortunato (centrosinistra) definisce i provvedimenti “insostenibili“. Il video della prima parte consiglio comunale di ieri, durato all’incirca una decina di ore (a seguire, più sotto, la seconda parte):

La seconda parte del consiglio comunale del 27 novembre 2018 (terminata di fatto nella mattina 28 novembre):