Andria: 19 anni fa morì don Riccardo Zingaro

Anche quest’anno la città di Andria ricorda la figura carismatica e attualissima di don Riccardo Zingaro, scomparso 19 anni fa. Mentre non si ha alcuna notizia dell’attività eventualmente posta in essere da un sedicente “Centro Studi Don Riccardo Zingaro” – Onlus (Centro di Documentazione, Ricerca e Studi per la Fondazione “Don Riccardo Zingaro”), la Comunità dei Braccianti di Andria non smette di ricordare la figura del grande uomo e del benefattore don Riccardo. Anche quest’anno, infatti, la figura del prete andriese sarà ricordata con una messa di suffragio che si svolgerà sabato 16 giugno, alle ore 19,00, nella chiesa di San Francesco, ad Andria.

L’Attivista Sociale, il sindacalista andriese Savino Montaruli, Presidente dell’Associazione “Io Ci Sono!”, legato alla figura di don Riccardo, ha così espresso il suo sentimento nel ricordo: “con emozione la Comunità cittadina ricorda don Riccardo Zingaro, a 19 anni dalla sua scomparsa. Don Riccardo ha lasciato un vuoto incolmabile nella comunità andriese. E’ stato un punto di riferimento che ancora oggi è quanto mai attuale; una personalità della quale se ne sente la mancanza in una città privata della sua identità e della sua stessa essenza, oltre che della sua autorevolezza, dove continua l’attesa di veder realizzato il “Monumento al Bracciante Agricolo”, la cui realizzazione è stata deliberata dal consiglio comunale il 26 luglio 2000. E’ assolutamente sconcertante che a distanza di ben 18 anni esatti da allora ancora oggi si continui a far finta di nulla sulla mancata realizzazione dell’atteso Monumento. Altre parole e riflessioni potrebbero riempire intere pagine ma preferisco fermarmi qui”. – ha concluso Montaruli. Nel 2016 ad Andria venne inaugurata la targa con la quale è stata intitolata a don Riccardo Zingaro parte di Piazza Toniolo, nel cuore del centro storico di Andria.