Andria: 2 milioni di euro di beni sequestrati a pluripregiudicato andriese. Dichiarava un reddito bassissimo

Disponeva di beni mobili ed immobili, un complesso aziendale e disponibilità finanziarie per un valore di circa 2 milioni di euro, eppure dichiarava un reddito bassissimo.  I sospetti hanno portato alla scoperta dei beni tra cui:

48 unità immobiliari, in prevalenza appezzamenti di terreno seminativi, un’azienda agricola zootecnica operante anche nella coltivazione cerealicola, autovetture e disponibilità finanziarie. Il tutto è stato sequestrato da personale della Direzione Investigativa Antimafia di Bari ad un 48enne andriese pluripregiudicato, dedito  a rapine e furti di ingentissimo valore anche nel nord Italia. Coinvolto fin dagli inizi degli anni ’90 in numerose indagini aventi ad oggetto, in via prevalente, reati di furto, in particolare a postazioni bancomat, e riciclaggio di denaro, il 48enne, nel giugno 2018, è stato colpito dall’ordinanza di Custodia Cautelare emessa dal GIP presso il Tribunale di Potenza nell’ambito dell’Operazione denominata “Odissea Bancomat”, per aver asportato dallo sportello atm dell’Istituto BPER, ubicato in Rionero in Vulture, un’ingente somma di denaro, mediante effrazione del relativo distributore automatico e utilizzando, per l’occasione, anche materiale esplosivo, che provocava ingenti danni. Un video diffuso dalla Dia mostra i luoghi in cui sono scattati i sequestri:

Da una analisi approfondita del patrimonio dell’intero nucleo familiare del pregiudicato, la DIA di Bari ha accertato che il 48enne, a fronte di una situazione reddituale che, sovente, non avrebbe consentito neanche la sopravvivenza dello stesso nucleo, nel corso degli anni ha effettuato investimenti assolutamente sproporzionati e, quindi, ritenuti di provenienza illecita.

Ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile inviare segnalazioni, immagini per la pubblicazione, mentre, per seguire tutte le news in tempo reale, vi consigliamo di cliccare “MI PIACE” sulla Pagina facebook.com/VideoAndriaWebtv oppure iscriversi a, gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui o in alternativa scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).