Andria: 20 Carabinieri impegnati nella notte di Halloween, trovati 11 ragazzi con droga. Segnalazioni anche nei locali

carabinieri-andriaContinuano incessanti i servizi di prevenzione e repressione dei reati che la Compagnia dei Carabinieri di Andria ha intensificato anche in questo ultimo weekend, ricadente nella notte di Halloween. La volontà degli uomini dell’Arma era di garantire ai giovani un sano divertimento e contrastare i nemici di sempre: alcool e droga.

In particolare, tra il 31 ottobre ed il 1° novembre sono stati organizzati ed eseguiti posti di controllo nei pressi dei principali locali notturni e sulle principali arterie stradali del comune federiciano nonché quelle dei comuni di Minervino Murge e Spinazzola, utilizzando anche gli apparati etilometri in dotazione.

In totale sono stati 20 gli uomini dell’Arma scesi in campo per garantire sicurezza con il potenziamento dei controlli, che hanno consentito di identificare 123 persone e controllate circa 60 autovetture.

Intensificati anche i controlli su persone pregiudicate, in particolare su quelle sottoposte al regime degli arresti domiciliari ed alla sorveglianza speciale.

I capillari controlli nel centro storico andriese, hanno consentito ai militari di individuare ben 11 persone, appartenenti alla fascia di età compresa tra i 19 ed i 30 anni, nell’atto di consumare o detenere modici quantitativi di sostanze stupefacenti, c.d. “leggere”.

Gli stessi sono stati segnalati alla Prefettura di Barletta-Andria-Trani quali assuntori di sostanze stupefacenti. Complessivamente sono stati sequestrati due grammi di marijuana ed undici grammi di hashish. In un caso è stata ritirata la patente di guida.

Grazie alla cornice di sicurezza, è stato evitato qualsiasi eccesso che avrebbe potuto rovinare i festeggiamenti, non essendosi registrato nulla di particolare.

Non sono mancate le telefonate al 112 per chiedere intervento nei locali dove erano in corso le feste di Halloween, fortunatamente situazioni tutte risolte ed i più esuberanti sono stati identificati ed allontanati per consentire a tutti gli altri di continuare a divertirsi. (Comando Provinciale Carabinieri Bari – Sala Stampa)