Andria: 4 anni dopo la strage, ancora niente treni. Il dramma continua ancora oggi

“Puglia: 4 anni dopo la strage, ancora niente treni” – così si intitola un servizio diffuso da La7 cui link condividiamo qui sotto. Una situazione drammatica partita da quel 12 luglio 2016 quando sul binario unico tra Andria e Corato 23 persone persero la vita dopo l’impatto tra due treni. A questi si aggiunsero 50 feriti. Da allora, Andria come l’intero territorio è ancora in attesa che la situazione possa tornare alla normalità. Mentre ancora oggi i parenti delle vittime della strage chiedono a gran voce una Giustizia che tarda ad arrivare, i pendolari sono costretti quotidianamente a subire notevoli disagi. Lo documenta un servizio diffuso da La7. Link al video:

Ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile inviare segnalazioni, immagini per la pubblicazione, mentre, per seguire tutte le news in tempo reale, vi consigliamo di cliccare “MI PIACE” sulla Pagina facebook.com/VideoAndriaWebtv oppure iscriversi a, gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui o in alternativa scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.