Andria: abbandona rifiuti ingombranti, filmato da un cittadino. Multa da 500 euro per lui – il video diffuso sul web

Non è passato inosservato il cittadino che, munito di un “Apecar“, aveva nei giorni scorsi abbandonato alcuni rifiuti ingombrati nella città di Andria. In questo caso, un cittadino ha provveduto a filmare la vergognosa azione che il trasgressore stava compiendo ai danni dell’intera comunità e ha così potuto fornire alla Polizia Municipale materiale sufficiente per procedere all’identificazione dell’uomo e alla successiva sanzione. Il filmato è stato anche trasmesso in tv e diffuso su YouTube. Nel video si nota la presenza di un uomo munito di veicolo a tre ruote, sostare in un punto della zona PIP di Andria e quindi abbandonare rifiuti ingombranti.

Un’azione vergognosa e alquanto insensata se si pensa che ad alcune centina di metri di distanza è presente la grande isola ecologica nuovamente in funzione che è in grado di ricevere i rifiuti che normalmente i cittadini non possono conferire attraverso il regolare servizio di raccolta differenziata porta a porta, da anni attivo sul territorio. Un grande risultato, quindi, quello messo in pratica nelle ultime ore che vede la collaborazione di cittadini onesti e “puliti” assieme alle forze dell’ordine ed all’amministrazione comunale della città contro quella minoranza di cittadini ignoranti e trasgressori che ancora oggi nel 2018 commettono atti insensati, non consapevoli del fatto che, abbandonando rifiuti si aumenta il livello di inquinamento compromettendo potenzialmente la salute degli stessi cittadini ed al contempo si aumentano i costi dello smaltimento dei rifiuti abbandonati. Poi ci lamentiamo tutti delle tasse.

Nel frattempo, come già annunciato dall’amministrazione comunale in un comunicato diffuso alcune settimane fa, salgono a 500 euro, in misura fissa, le sanzioni per gli utenti che non effettuano la raccolta differenziata ed insozzano le periferie della città abbandonando i rifiuti lungo le strade. E’ quanto deciso dall’amministrazione comunale della città di Andria guidata dal Sindaco Nicola Giorgino.

La sanzione pecuniaria dunque quasi si triplica rispetto ai 177 euro attuali, e verrà applicata – come stabilisce la delibera di Giunta numero 155 del 13 ottobre scorso – per “tutti i casi di abbandono o di deposito incontrollato di rifiuti sul suolo e nel suolo ad opera di qualsivoglia soggetto”. La relativa ordinanza sindacale che, in esecuzione della delibera, permetterà al Corpo di Polizia Locale di elevare le contravvenzioni secondo i nuovi importi, è in via di adozione.

“Con questa misura-spiega l’assessore all’Ambiente, avv. Michele Lopetuso – vogliamo rendere più efficace la nostra azione per sanzionare queste condotte incivili che attentano alle condizioni di vivibilità degli ambienti urbani. L’abbandono di questi rifiuti nelle campagne, e lungo le strade comunali di periferia, non è più tollerabile, causa il degrado urbano e dell’igiene pubblica. La condotta incivile e selvaggia di questi barbari provoca così danni e costi a tutti coloro che, invece, effettuano la raccolta differenziata secondo i canoni più corretti”.

L’anno scorso, lo stesso Sindaco, Nicola Giorgino aveva diffuso su Facebook un filmato che riepilogava alcune registrazioni effettuate tramite impianti di videosorveglianza che avevano permesso alle forze dell’ordine di individuare i trasgressori e sanzionarli. Nel nuovo servizio andato in onda in tv, è l’assessore con delega alle politiche ambientali della città di Andria, Michele Lopetuso, a lanciare un appello per far si che siano gli stessi cittadini a collaborare con le forze dell’ordine. La volontà dell’amministrazione comunale nel sanzionare i trasgressori, dunque, c’è tutta, serve anche la volontà dei cittadini. 

Non a caso, decine sono risultate le segnalazioni di rifiuti abbandonati nel territorio giunte in redazione con foto (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui). Purtroppo, in questi casi, ad essere segnalata era la presenza dei rifiuti già abbandonati, mentre le forze dell’ordine sono riuscite ad ottenere in più occasioni registrazioni di trasgressori immortalati nell’atto illegale. 

Il filmato è stato trasmesso nel corso di un servizio giornalistico e poi diffuso anche sul Canale Youtube dell’emittente televisiva Telesveva. Video che linkiamo qui sotto: