Andria: acqua “sporca” dai rubinetti in zona Santa Maria Vetere, quale la causa?

“Acqua sporca dai rubinetti” – è quanto segnalato nelle ultime ore da una cittadina andriese residente nel quartiere di Santa Maria Vetere. Il fenomeno, ci spiega la stessa, sarebbe stato segnalato già da altri residenti del posto appartenenti ad altri nuclei famigliari, escludendo dunque l’ipotesi che possa trattarsi di una problematica isolata soltanto all’impianto della famiglia che ha segnalato pubblicamente la questione.

Cosa sta accadendo dunque agli impianti idrici dei Santa Maria Vetere? Evitando di fare inutili allarmismi, ci limitiamo a riportare quanto ricevuto: la signora ci ha spiegato di essere costretta ad acquistare acqua in bottiglia per evitare di consumare quella che fuoriesce dal rubinetto, che presenta un colore visibilmente preoccupante. La famiglia si sarebbe accorta della cosa soltanto da due giorni, anche se sospetta possa essere già avvenuta nei giorni precedenti. Di solito, simili episodi avvengono qualora gli impianti presentino ruggine al loro interno e quando questi non vengono utilizzati da tempo, ma non sarebbe il caso di questa famiglia e di altre della zona.

Attualmente, a parte la riduzione della pressione idrica annunciata per l’intera regione, non ci risultano lavori alla conduttura riguardanti gli impianti locali, di conseguenza la famiglia vuole vederci chiaro su quanto sta accadendo mentre attualmente non sarebbero state effettuate analisi per chiarire la composizione dell’acqua. Nelle prossime ore provvederemo ad aggiornare la notizia.

La segnalazione, con tanto di scatto fotografico che immortala la presenza di acqua sporca, è giunta in redazione attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui).  La foto: