Andria: al danno dei mancati pagamenti ai fornitori, la beffa: “50% diviso in due e poi…” – il video diffuso dal M5S

Vi ricordate i mancati pagamenti che i fornitori di beni e/o servizi stanno aspettando già da anni dall’amministrazione cittadina di Andria? Ebbene, ci sarebbero delle novità, ma non molto rosee:

Come riporta il consigliere comunale andriese Michele Coratella (Movimento 5 Stelle), infatti: “ieri sono state inviate le comunicazioni ai fornitori del comune. Cioè il comune ha inviato delle lettere a tutti coloro che hanno dei crediti nei confronti del Comune. Nel testo di queste lettere c’è scritto che il Comune offre un pagamento del 50% di questo 50% metà sarà corrisposta quando arriveranno i soldi dal Governo (soldi che al momento non sono ancora arrivati) e l’altra metà (quindi l’altro 25%) in tre o cinque anni. Sinceramente mi sarei aspettato qualcosa in piu visto che queste persone aspettano da due anni, quattro anni questi pagamenti” – osserva Coratella. Ma non solo:

“peraltro queste sono percentuali da dissesto e non da piano di Riequilibrio“. Stando a quanto riportato dal consigliere comunale pentastellato, le lettere riporterebbero una condizionale piuttosto discutibile: qualora il creditore non dovesse accettare le condizioni sopra descritte, infatti, il Comune potrebbe dichiarare il dissesto. “Qui qualcuno si deve assumere le sue responsabilità” – ha ribadito Michele Coratella. Poi l’appello finale rivolto ai cittadini andriesi “dateci una mano”. Il video diffuso su Facebook:

La segnalazione è giunta in redazione attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).