Andria – anche San Riccardo fu migrante e “amand d l frstir”

Mentre l’argomento immigrazione è ancora oggi molto discusso nell’intera nazione, pochi ricordano che molte delle figure religiose della tradizione e del culto territoriale erano originarie di altri paesi del mondo:

Prima di essere riconosciuto come Santo Patrono di Andria, Riccardo era il vescovo, probabilmente di origine inglese (l’unico di nome Riccardo), che intervenne nel 1179 al Concilio Lateranense III, celebrato da papa Alessandro III. Egli era ancora in vita nel 1196, quando trasferì le reliquie dei santi Erasmo e Ponziano nella chiesa di San Bartolomeo (testimonianza di Ughelli, che trascrisse un documento, poi perduto, che si trovava nell’archivio di Andria). Sostanzialmente, un migrante. 

“San Riccardo venne dall’Inghilterra” – lo dice anche una vecchia canzone. San Riccardo, un Santo che venne da un’altra terra, da lontano. Uno straniero dalle buone intenzioni che contribuì alla cristianizzazione della società andriese. Mentre oggi taluni si impegnano a difendere la propria identità, ignorano che la stessa è stata creata anche da coloro che non erano originari di Andria. Del resto, persino la nostra cultura popolare vuole che il nostro Santo Patrono sia “amand d l frstir”. 

Ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile inviare segnalazioni, immagini per la pubblicazione, mentre, per seguire tutte le news in tempo reale, è possibile partecipare al gruppo Whatsapp della provincia di Barletta – Andria – Trani oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).