Andria: ancora tanti, troppi rifiuti abbandonati e tra questi anche pericolosi per la salute. La nuova video-denuncia di 3Place

“Quando dobbiamo scrivere certi post, ci viene un male al cuore. Perchè siamo ANDRIESI, perchè AMIAMO la nostra CITTA’, e cerchiamo con tutte le nostre energie di “curarla”…ma c’è un limite a tutto! Ne abbiamo le tasche piene (siamo eleganti)” – lo dichiarano i volontari ambientalisti dell’associazione 3Place che ha diffuso un video cui link riportiamo qui sotto:

 

Le osservazioni di 3Place proseguono:Non passa un giorno che non ci sia un abbandono di qualche lastra di amianto. Non passa un giorno che non ci sia un rogo di materiale plastico. Non passa un giorno che non ci sia un abbandono di elettrodomestici. Non passa un giorno in cui non si registra una capitozzatura di alberi. Non passa un giorno che non ci sia un abbandono di sacchi di immondizia di casa (domestica) nel bidone per strada (Andria ha il porta a porta). Non passa un giorno che non ci sia una pavimentazione di un’aiuola al posto di un albero. Non passa un giorno che non ci sia un lancio di mozziconi o di fazzoletti dal finestrino. Non passa un giorno in cui una Ditta per risparmiare sullo smaltimento dei rifiuti non vada in campagna ad abbandonare gli scarti della propria attività. Non passa un giorno in cui uno di noi affida il proprio frigo, lavatrice, forno ad uno di quei svuota cantine in nero, che poi recupera il rame ed abbandona tutto il resto. Non passa un giorno in cui fuori dall’isola ecologica non ci siano “soggetti” che chiedono se hai dei rifiuti dai quali loro possono recuperare materiali tipo rame, ferro, abbandonando tutto il resto. Non passa un giorno in cui non viene abbandonato un pneumatico. Non passa un giorno in cui non riceviamo segnalazioni di azioni dannose nei confronti dell’ambiente. Non passa un giorno in cui un Concittadino scambia il Canale Ciappetta-Camaggio come discarica a cielo aperto. Non passa un giorno in cui qualche soggetto getta la propria mascherina per strada, l’olio di frittura nel water, il mozzicone nel tombino. Non passa un giorno che non inviamo segnalazioni alle Autorità ed alle Istituzioni. Non passa un giorno che non facciamo sensibiizzazione alla salvaguardia ambientale. DA SOLI NON CE LA FACCIAMO PIU’, ABBIAMO BISOGNO DELL’AIUTO DI TUTTI VOI. Per cui facciamo un appello di RESPONSABILITA’ e CONSAPEVOLEZZA a TUTTI:

🛑DALLE ISTITUZIONI E AUTORITA’, alle quali noi in continuazione scriviamo dando a volte elementi anche precisi di origine del danno ambientale, ma che dalle quali ad oggi non abbiamo avuto riscontro 🛑AI NOSTRI CONCITTADINI QUELLI RESPONSABILI: se vedete qualcosa denunciate. Siamo in piena crisi climatica, e se vedete qualcosa o qualcuno che sta “aggredendo” il nostro AMBIENTE, e quindi inevitabilmente la nostra SALUTE, non GIRATEVI DALL’ALTRO LATO MA DENUNCIATE. Se non volete farlo in prima persona, fatelo mediante la nostra associazione….ma AGITE! 🛑AI NOSTRI CONCITTADINI IRRESPONSABILI: ci sono dei casi che sono irrecuperabili. Ma altri che forse sono recuperabili. A voi chiediamo di SVOLTARE, di CAMBIARE…fatelo per i vostri figli, fatelo per i vostri nipoti, fatelo per voi stessi” – concludono da 3Place.

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di VideoAndria.com cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero Whatsapp è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).