Andria approva reddito per le famiglie più povere: oltre 972.000 euro per gli andriesi. L’Assessore Magliano: “Sottoscritti i Patti con i Cittadini”

“Anche ad Andria al via il SIA-RED a sostegno delle fasce più deboli”. A darne annuncio è l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Andria, Avv. Francesca Magliano:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Un risultato eccezionale per il nostro ambito, raggiunto grazie all’impegno e al lavoro del nostro settore. Il SIA-RED è finalmente operativo. La legge regionale 3 del 14 marzo 2016 introduce il RED ed integra la misura nazionale del SIA, prevedendo un progetto di inclusione attiva del beneficiario, il quale può sentirsi parte attiva della comunità mediante il proprio apporto lavorativo. Ad Andria abbiamo sottoscritto Patti d’Inclusione con 268 cittadini”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il 24 luglio è stato sottoscritto tra Comune di Andria e Regione Puglia il Disciplinare per l’attuazione della misura mediante la quale sono stati stanziati 972.605,18 euro in favore dell’ambito. Successivamente la misura è stata approvata dalla Giunta Comunale.
Il Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che prevede l’erogazione di un beneficio economico alle famiglie in condizione di povertà nelle quali almeno un componente sia minorenne oppure sia presente un figlio disabile (anche maggiorenne) o una donna in stato di gravidanza accertata. Le attività possono riguardare i contatti con i servizi, la ricerca attiva di lavoro, l’adesione a progetti di formazione, la frequenza e l’impegno scolastico, la prevenzione e la tutela della salute. L’obiettivo è aiutare le famiglie a superare la condizione di povertà e riconquistare gradualmente l’autonomia.

Il Reddito di Dignità regionale è una misura di integrazione del reddito definita “universalistica” poiché possono accedervi tutte le persone che si trovino in difficoltà tali, anche temporanee, da essere al di sotto di quella soglia economica minima per una esistenza almeno accettabile. Il Red è uno strumento di contrasto alla povertà assoluta e di supporto a un percorso più ampio di inserimento sociale e lavorativo. In questo percorso individuale, l’aiuto economico è di sicuro importante, ma è anche una delle componenti del patto di inclusione sociale attiva.

- Prosegue dopo la pubblicità -

L’Assessorato è tutt’ora a lavoro per i progetti d’inclusione dei cittadini andriesi in stato di bisogno, con la partecipazione di aziende, cooperative sociali e associazioni presenti sul territorio. E’ possibile difatti aderire ancora al Programma presentando la propria candidatura presso i CAAF/PATRONATI convenzionati.

Le aziende che vogliono rendersi disponibili a partecipare a tale misura possono visitare il sito www.red.regione.puglia.it o rivolgersi direttamente all’Agenzia per il lavoro (APL) sita in Via Mozart, 63 (Assessorato ai Servizi Sociali) o telefonare al numero 348/3158420 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.30″.