Andria: arsenale da guerra. Arrestato il proprietario della masseria

Il proprietario della masseria di Andria dove ieri la Squadra mobile della Questura di Bari ha scoperto un arsenale di armi da guerra, è stato arrestato e si trova attualmente nel carcere di Trani. L’uomo, un imprenditore andriese incensurato, deve risponde di detenzione di armi comuni da sparo e armi da guerra, esplosivi e ricettazione. Ecco alcune delle armi sequestrate:

La villa dove erano ben nascoste le armi sigillate in una botola, si trova alle porte di Andria, sulla via Corato, non lontano da un noto centro di riabilitazione. Le armi trovate dalla Polizia consistono in: 65 fucili mitragliatori d’assalto (Uzi, kalashnikov AK 47, M12, AR15), 33 fucili (tra cui carabine di precisione), 99 pistole, mine anticarro, bombe a mano, circa 300 detonatori e 10 silenziatori per pistole. Altre immagini rivelano ulteriori dettagli:

 

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.