Andria-Bisceglie: slitta al 1° giugno la riapertura della strada, anche se i lavori sono “quasi terminati”

C’è ancora bisogno di tempo per i lavori di allargamento e rifacimento della strada che collega i comuni di Andria e Bisceglie: nonostante un primo annuncio tramite ordinanza provinciale n.4 che parlava di una riapertura del 1° maggio, nelle ultime ore, l’ordinanza n.7 parla di un’ulteriore proroga della chiusura al traffico veicolare della Strada Provinciale 33 (ex Strada Provinciale 13) Andria-Bisceglie. Anche se i lavori starebbero proseguendo ininterrottamente, infatti, la decisione della Provincia BAT di prorogare la chiusura sarebbe finalizzata a garantire la sicurezza nel cantiere sino al termine dei lavori, oramai al 90%. La strada resterebbe aperta al traffico esclusivamente ai mezzi di soccorso con un obbligo di velocità massima di 30km/h.

Molteplici erano risultate le richieste di spiegazione alla nostra redazione da parte di chi su quella strada ci passava per lavoro (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com). Tuttavia, i cittadini di Andria e Bisceglie dovranno ancora pazientare sino al 1° giugno. Questo per garantire che i lavori vengano terminati correttamente. 

Unica soluzione per chi dovesse imbattersi inavvertitamente in questa disavventura sarebbe ad esempio quella di tornare ad Andria e mettersi in marcia in direzione Trani per poi raggiungere Bisceglie. Stessa cosa vale per chi da Bisceglie ha intenzione di raggiungere Andria in auto: andare a Trani o a Corato per raggiungere Andria. Insomma, allungare la strada per via dei lavori (dovuti) alla strada che però, evidentemente anche per ragioni di spazio, non hanno tenuto conto di eventuali rotonde alternative aggiuntive per gli automobilisti così come era stato fatto per l’Andria-Trani durante i lunghi lavori.

Tuttavia, è opportuno ricordare che gli utenti interessati al transito della viabilità in oggetto, nelle more dell’esecuzione dei necessari lavori, potranno usufruire di un percorso alternativo garantito dalle seguenti arterie stradali: S.S. 16 bis, S.P. I (ex S.P 130), Andria-Trani, S.P. 12 ( ex S.P. 238), S.P. 27 (ex S.P. 168) e tangenziale di Andria, cosi come individuato e dettagliato dall’elaborato grafico allegato:

Percorso alternativo n.1:

Percorso alternativo n.2:

Percorso alternativo n.3:

Percorso alternativo n.4:

Percorso alternativo n.5:

Percorso alternativo n.6:

Auspichiamo che il disagio possa esser per lo meno ripagato con una strada decente visti i numerosi incidenti registrati negli ultimi anni, gli ultimi sfociati in vere e proprie tragedie che difficilmente sia gli andriesi che i biscegliesi dimenticheranno. Soltanto il tempo (e la professionalità di chi sta effettuando i lavori) potranno darci una risposta. Speriamo definitiva.