Andria: “Buoni Spesa” per l’emergenza Covid-19, Montaruli: “ammessi anche gli autonomi che hanno dovuto chiudere le attività”

La fase di predisposizione delle procedure di accesso ai buoni spesa relativa all’emergenza alimentare COVID19 sta avanzando abbastanza celermente in tutti i comuni. Per quanto riguarda la città di Andria, nei giorni scorsi si sono tenuti vari incontri organizzativi anche con le Associazioni di Rappresentanza UNIPUGLIA, CONFCOMMERCIO, FIVA, CONFESERCENTI, CASAMBULANTI, FEDERCOMMERCIO, BATCOMMERCIO2010/CNA PUGLIA. A proposito delle procedure di accesso ai buoni spesa da parte degli operatori economici, titolari di impresa, che hanno visto sospese le proprie attività a causa dei provvedimenti governativi o delle ordinanze sindacali o delibere di giunta dei comuni, è intervenuto, soddisfatto, il Presidente UNIPUGLIA, il signor Savino Montaruli che ha dichiarato:

“il Commissario Straordinario dott. Gaetano Tufariello ha opportunamente recepito le nostre richieste di inserire tra i beneficiari dei buoni spesa anche i lavoratori autonomi che hanno visto interrotte le proprie attività a causa dell’emergenza sanitaria da Coronavirus. Voglio precisare – ha aggiunto Montaruli che l’accesso ai buoni spesa da parte degli imprenditori, che dovranno compilare l’apposita sezione inserita nel modulo ufficiale divulgato dal comune di Andria per beneficiare fino a 500 euro, non interferisce assolutamente con il Bonus dei 600 euro stanziato dal governo quale indennizzo d’impresa quindi le due misure sono cumulative, così come precisato nel corso dell’incontro in Sala Giunta con il Commissario Straordinario e la Dirigente del Settore Socio-Sanitario. Resta il rammarico di dover constatare, anche in questa circostanza, un assoluto scollamento tra gli Enti pubblici dei dieci comuni della Bat. Nessun tavolo di Coordinamento provinciale ed anche il ruolo della Prefettura mi sembra assolutamente insufficiente mentre la situazione emergenziale ritengo richieda la massima concertazione e soprattutto la standardizzazione di procedure uguali per tutti i comuni e modulistica unificata, in modo da evitare persino facili populismi al limite della propaganda, come starebbe accadendo in alcune realtà. Spero si recuperi questo disagio organizzativo e soprattutto che tutti i comuni della Bat e delle altre province pugliesi assumano la stessa decisione assunta ad Andria riconoscendo i Buoni Spesa anche agli Imprenditori che forzatamente si sono visti chiudere le loro attività, come esercizi pubblici, bar, ristoranti e soprattutto gli Ambulanti che, anche causa di ordinanze comunali, anche illegittime, sono stati umiliati e messi in un angolo strettissimo dal quale ora non sanno più come uscirne” – ha concluso il leader sindacale pugliese.

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).