Andria, centrodestra contro nuovi blocchi: “i ricoveri sono una trentina. Sindaco deve ascoltare i cittadini, non solo Emiliano e Lopalco”

“Il sindaco di Andria, nella narrazione del covid, non riesce ad andare oltre, limitandosi a dare qualche numero sul contagio ed a dire che non può fare nulla. Una litania oramai consueta e quotidiana. Crediamo, però, che a distanza di un anno dall’emergenza non si possano giustificare misure che non hanno alcuna attinenza alla realtà e che danneggiano cittadini, studenti ed attività. Ricordiamo, infatti, che la soglia dei 250 contagi, di incidenza settimanale ogni 100mila abitanti, nella Bat, non è mai stata raggiunta da gennaio in poi e nemmeno ora che vi è una risalita dei contagi. Ad Andria abbiamo circa 400 contagi attualmente attivi ed una trentina di cittadini, purtoppo, ricoverati a cui va tutta la nostra solidarietà. E’ possibile che il sindaco non dica una sola parola al duo Emiliano/Lopalco?” – si chiedono in un comunicato congiunto gli esponenti del centrodestra andriese Gianluca Grumo (Lega), Donatella Fracchiolla (Forza Italia); Andrea Barchetta (Fratelli d’Italia); Antonio Scamarcio (Scamarcio Sindaco) e Nicola Civita (Scamarcio Sindaco). Nel comunicato, gli stessi aggiungono:

“Davvero dobbiamo subire nuove ulteriori misure facendo finta che in Puglia vi sia una situazione omogenea che invece non c’è? Ricordiamo tutti quanto accaduto lo scorso autunno e, come allora nessuno ascoltò il grido di dolore che giungeva da Andria e dalla Bat, oggi nessuno contrasta la narrazione baricentrica del covid. Siamo una regione che subisce le scelte del duo sciagura Emiliano/Lopalco a prescindere dalla situazione nella Bat. Infatti, sia ad ottobre che oggi, il metro di giudizio parte da Bari, una cosa che da un punto di vista epidemiologico non ha senso per una regione di 4 milioni di abitanti e sei province. Ad Andria, oggi le scuole sarebbero dovute stare aperte, come aperte tante altre attività oggi penalizzate. Invece di troviamo dinanzi alla triste quanto grottesca richiesta di Emiliano di essere inserito nelle chat delle mamme degli alunni per chiedere pareri sulla DAD!!” – hanno aggiunto dal centrodestra andriese che conclude così la sua analisi sull’attuale situazione cittadina:

“Per non parlare della inefficiente gestione del piano vaccinale che ha visto una delle categorie più esposte di sanitari, quella dei farmacisti, ricevere la seconda dose di vaccino oltre il 21esimo giorno, come invece previsto da protocollo, compromettendo così l’efficacia stessa del vaccino. Infine, sul piano locale, ci chiediamo come mai si sia pensato esclusivamente all’utilizzo del Centro “Dopo di noi” come luogo di somministrazione dei vaccini escludendo, così, l’utilizzo di altri ambienti, molto più facilmente accessibili e molto più capienti, come già avviene negli altri comuni viciniori. Nemmeno mai una parola sulla carenza di posti letto nelle strutture ospedaliere della Bat che rappresenta la vera emergenza maggiormente acuita con il sovraccarico stante i pazienti covid. La sanità nella Bat è chiaramente in affanno anche con pochi ammalati di covid, questa è l’amara verità. Ma pensare di contrastare questo costante pericolo sanitario solo chiudendo ed invitando i cittadini a non uscire, quando abbiamo vaccini da somministrare e cure da poter attuare, ci lascia perplessi” – concludono dal centrodestra andriese.

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.