Andria: cerbiatto investito, morto dopo lunga agonia. Ecco che fine fanno i daini sfuggiti al controllo

Un drammatico episodio ai danni di una vita indifesa è stato segnalato sui social nella giornata di ieri dalla volontaria andriese Maria Mosca che ha pubblicato un post con una foto che documenta il decesso di un cerbiatto:

 

ANDATE PIANO CAZZOE QUANDO NON RIUSCITE AD EVITARE L IMPATTO CON UN ANIMALE ALMENO DATEGLI SOCCORSO… ERA ANCORA VIVO MA NON ABBIAMO POTUTO AIUTARLO… È MORTO POCO DOPO… CUCCIOLO DI CERBIATTO….

Pubblicato da Maria Mosca su Sabato 12 settembre 2020

Secondo quanto riportato dalla Mosca, il povero animale era ancora vivo quando la volontaria lo ha raggiunto nel tentativo di soccorrerlo. Poco dopo, il giovane animale è deceduto a causa delle gravi lesioni subite certamente a causa dell’impatto con un’automobile. Dell’automobilista – che evidentemente ha preferito dileguarsi senza aiutare l’animale – nessuna traccia. Un vero e proprio reato punibile dalla Legge italiana. Una domanda sorge spontanea: cosa ci faceva un cerbiatto – animale alloctono – nel nostro territorio? Un’ipotesi è che quello morto possa rappresentare uno degli esemplari di daini avvistati in zona negli ultimi tempi e probabilmente sfuggiti al controllo di una nota azienda agriola situata nell’area rurale della città.

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di VideoAndria.com cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero Whatsapp è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).