Andria: Consiglio Comunale quasi deserto ma il Segretario fa lo stesso l’appello – video

Un Consiglio Comunale quasi deserto, o almeno questa è stata la 1^ Convocazione trasmessa come sempre in diretta streaming su YouTube (una seconda diretta ha trasmesso una seconda convocazione). A dirla tutta, che il Consiglio Comunale sarebbe stato disertato era già cosa nota, almeno per quanto concerne, quasi inaspettatamente, parte della maggioranza politica di centrodestra, che, attraverso un comunicato stampa diffuso nelle ultime ore, aveva annunciato la sua mancata partecipazione.

Che la mancata partecipazione di quasi tutta l’opposizione sia stata una naturale conseguenza o una casualità, ancora non ci è dato sapere. Fatto sta che in Consiglio, non sembrava presentente nemmeno il primo cittadino andriese. O almeno, nel video noi non riusciamo a vederlo. Nella registrazione della trasmissione, sullo sfondo, si notano soltanto la Presidente del Consiglio Di Pilato ed il Segretario Generale, che, evidentemente per questioni di natura tecnico-legale, ha comunque effettuato l’appello pur essendoci in seduta consiliare soltanto cinque consiglieri comunali. Ventotto gli assenti. 

Sul posto sono giunti diversi cameraman di alcune emittenti televisive locali per documentare quanto accaduto. Una situazione che farà certamente discutere viste le ultime vicende riguardanti anche il rapporto tra i consiglieri di maggioranza e la Presidente del Consiglio Comunale. 

Oltre a quattro interpellanze/Interrogazioni e alla proposta di un tracciato alternativo all’attuale tracciato della strada comunale che attraversa l’area privata della masseria “Quadrone”, la seduta consiliare di oggi avrebbe dovuto affrontare la Proposta di Deliberazione di Consiglio Comunale sulla Mozione di revoca del Presidente del Consiglio Comunale avv. Pasqua Laura di Pilato, ai sensi dell’art. 19 co. 5 dello statuto del Comune di Andria. Il Consiglio, però, sembra deserto e dunque non potrà proseguire i lavori. Almeno per questa seduta. Il video:

Aggiornamento: anche nella seconda convocazione il numero legale è venuto meno, impedendo al Consiglio Comunale di proseguire i lavori della seduta, che è stata così dichiarata chiusa senza aver affrontato gli odg. Il video della seconda convocazione del 21 marzo 2018: