Andria: controlli della Polizia su attività di “Giochi e Scommesse”, diverse sanzioni

Nei giorni scorsi, Personale del Commissariato di P.S. di Andria ha condotto controlli amministrativi alle attività dedite a “Giochi e Scommesse”, volti ad assicurare il rispetto delle normative vigenti sia a tutela dei minori, sia delle persone affette da patologie ludopatiche, sia a verificare le regolarità degli apparecchi. Nello specifico, si è proceduto al controllo di 109 persone e di 17 esercizi di raccolta di scommesse e di istallazione di apparecchi da intrattenimento del tipo SLOT e VLT.

All’esito dei controlli sono state contestate le seguenti misure sanzionatorie:

  • una denuncia all’A.G. per aver esercitato l’attività di raccolta di scommesse a mezzo di rappresentante non autorizzato;
  • quattro sanzioni ai sensi dell’ art 7 comma 5 della legge Regionale nr.43/2013 per aver tenuto le attività di gioco senza che gli esercenti o i loro rappresentanti avessero frequentato il corso formativo sui rischi del gioco patologico e sulla rete di sostegno;
  • una sanzione in violazione del c.d. decreto” BALDUZZI” per non aver informato a mezzo di affissione di tabelle predisposte dall’ ASL Bat, gli avventori sui rischi correlati al gioco patologico con la segnalazione della presenza, sul territorio dei servizi di assistenza dedicati alla cura e al reinserimento sociale delle persone con patologie correlate al GAP.
  •  
  • Sono state complessivamente comminate sanzioni pecuniarie per oltre 90.000 euro con ammissione al pagamento in forma ridotta entro 60 giorni dalla contestazione. Tali controlli sono stati disposti dal Ministero dell’interno per il tramite della Divisione di Polizia Amministrativa della Questura di Bari.