Autorizzato (finalmente) il raddoppio della tratta Corato-Andria della Linea ferroviaria Bari-Barletta

Autorizzato (finalmente) il raddoppio della tratta Corato-Andria della Linea ferroviaria Bari-Barletta. L’ultimo atto conclusivo della vicenda riguarda infatti la firma del dirigente dello sportello unico edilizia ed il funzionario tecnico responsabile del procedimento della città di Andria. E proprio da Andria i lavori partiranno seguento il programma, passando poi dal territorio del comune di Trani ed infine quello di Corato. Cominciato con l’ok della Regione Puglia nel luglio 2013, i lavori furono poi approvati anche dal Consiglio comunale nel corso del mese di marzo 2015, poi lo scorso 4 aprile dalla Provincia BAT ed infine l’ultimo atto degli uffici tecnici dell’amministrazione comunale di Andria che di fatto consente il via libera dei lavori. Via libera anche dalla Sovrintendenza seguito di alcuni rilevamenti archeologici avvenuti nei pressi dell’area interessata dai lavori.

Oltre ovviamente al raddoppio tratta ferroviaria, i lavori prevedono la realizzazione di un sovrappasso sulla strada denominata “vicinale a Sant’angelo e soppressione passaggio a livello al Km 53-186, tre complanari con passaggi a livello rurali oltre all’adeguamento delle opere d’arte esistenti. Si conclude così l’iter burocratico per far partire i lavori che comunque adesso dovranno vedere lungo processo di concretizzazione. Come da contratto, i lavori dovrebbero terminare entro tre anni.

Auspichiamo che con questa notizia il territorio possa presto usufruire di un servizio dignitoso dopo la tragedia del 12 luglio 2016 e le molteplici osservazioni dei pendolari che abitualmente necessitano di spostarsi per raggiungere luoghi di studio e/o lavoro  (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).