Andria: danneggiata la storica fontana di Castel del Monte – “perde acqua”. VIDEO e FOTO

Andria: nella mattinata di ieri, la ronda Federiciana delle associazioni consorziate “Ambiente e/è Vita Onlus” e “Nat. Federiciana Verde Onlus”, ha constatato la presenza di evidenti atti vandalici ai danni della fontana ubicata a pochi metri da Castel del Monte, patrimonio dell’umanità UNESCO tra i primi 30 siti italiani più visitati annualmente dai turisti provenienti da svariati angoli del mondo. La fontana in questione, risulta visibilmente danneggiata nella sua struttura in pietra.

- Prosegue dopo la pubblicità -

All’interno di essa è ben udibile lo scorrere dell’acqua anche quando questa ha il rubinetto chiuso, lasciando intendere un inutile spreco di acqua. Il danneggiamento potrebbe forse essere stato frutto di uno scontro di un veicolo avvicinatosi troppo o semplicemente l’atto di soggetti stupidi ed ignoranti che andrebbero come minimo sanzionati per il danno creato.  Una mancanza di rispetto all’intero territorio, all’area turistica di Castel del Monte. Li dove a pochi metri di distanza dalla fontana, è presenza una lapide dedicata alla defunta Graziella Mansi.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Quando il genere umano, direi, fa delle stranezze, pazze, senza pensare alle conseguenze che possono danneggiare la comunità sociale. La fontana che si trova sul MANIERO Federiciano ed è una delle più importanti perché da lei vanno dissetarsi molti turisti e inoltre rifornisce acqua a molti utenti che sul territorio hanno le ville” – commenta indignato il prof. Francesco Martiradonna, responsabile territoriale delle due associazioni ambientaliste.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Il vandalo non vuol capire, inoltre, che le Fontanine sono delle ricchezze storiche, ma per molte persone sono delle necessità di vita. Questa è l’unica fontanella di pietra e non di ghisa che si trova nell’ambiente del MANIERO e con esso si intona perfettamente.
Le fontanelle di ghisa sono una caratteristica sino dal 1994, centenaria, è la sua fonderia è stata l’industria INNOCENTI” ricorda Martiradonna.

L’acqua è una risorsa preziosa e per questo occorre avere molta cura è rispetto.
È un bene di prima necessità. Aprire quel rubinetto e vedere scorrere l’acqua, per molti di voi vandali, sarà una cosa normalissima, ma non tutti sanno quanto lavoro, e quante attenzioni vengono messe in campo da quelli dell’Acquedotto Pugliese, perché quel semplice gesto possa ripetersi quotidianamente. In quel ambiente, la fontana migliora la qualità della vitaSe per caso quella fontana dovesse mancare da li, le colpe che avrete risulteranno smisurate” – conclude il Presidente e responsabile territoriale dei volontari federiciani. Noi di VideoAndria, presenti sul posto in compagnia del prof. Martiradonna, abbiamo realizzato questo breve ma significativo video per documentare la problematica:

un altro scatto fotografico: