Andria: degrado, alcolici e sesso a pagamento nei pressi della Cattedrale. Il centro storico andriese molestato e umiliato

“Apprendiamo in data odierna da un noto giornale telematico della nostra città l’ennesima storia di degrado che non avremmo mai voluto leggere. Una storia che racconta un episodio accaduto non molto tempo fa, vicino ad un luogo sacro, la nostra Cattedrale, un luogo già parecchie volte teatro di avvenimenti non certo gratificanti per il nostro centro storico e per la nostra città” – fanno sapere i rappresentanti dell’Associazione Forza Andria.

“Avvenimenti a cui sono seguite richieste di aiuto e di interventi rimaste per lo più inascoltate. Una storia documentata da telecamere e filmati video che lasciano ben poco spazio alla libera interpretazione. Più volte anche la nostra associazione ha evidenziato le molteplici criticità di un centro storico alle volte abbandonato a se stesso e con pochi controlli che risultano essere sempre più necessari.Non é questo il centro storico che vogliamo!”

“Noi vorremmo che ogni singolo cittadino debba sentire proprio il centro storico, debba rispettare gli altri ed il bene comune! Un sentimento di appartenenza che di certo non porterà alla risoluzione di tutti i problemi. Il tempo della tolleranza é terminato! Occorrerebbero nel più breve tempo possibile regole chiare e precise per regolamentare, una volta per tutte, la cosiddetta “movida” andriese” – concludono da Forza Andria.