Andria dichiara guerra ai prodotti contraffatti: firmato protocollo con l’Agenzia delle Dogane – video

Si è svolto come previsto lo scorso martedì 30 ottobre alle ore 12.00 conferenza stampa, in sala giunta, la presentazione e la sottoscrizione del protocollo d’intesa tra il Direttore interregionale per la Puglia, il Molise e la Basilicata dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Roberto Chiara, ed il Sindaco, avv. Nicola Giorgino, presenti l’Assessore alla Polizia Locale, avv. Pierpaolo Matera ed il Comandante della P.M. Il protocollo approvato con delibera di Giunta n. 121 del 21 settembre scorso, prevede forme di collaborazione tra Agenzia e Corpo di Polizia nella prevenzione e repressione dei fenomeni illeciti connessi al commercio, in particolare attraverso il contrasto alla vendita di prodotti contraffatti e/o riportanti falsi e fallaci indicazioni sull’origine, sulla provenienza o sulla qualità, non corrispondenti alle norme sul commercio internazionale, al fine di accertare e sanzionare le attività illecite, in ausilio all’Autorità giudiziaria anche al fine di prevenire gli effetti nocivi sul consumatore finale.

Per questo motivo l’accordo prevede lo scambio di informazioni e competenze, al fine di rafforzare gli strumenti per la lotta alla contraffazione ed agli altri fenomeni illeciti con l’individuazione delle aree di intervento; attività di accertamento e repressione del fenomeno fraudolento e della contraffazione; sviluppo di procedure di coordinamento anche mediante controlli congiunti ed accertamenti relativi al contrasto dell’evasione fiscale.

Il protocollo prevede, tra le altre misure operative, anche l’istituzione di un tavolo di lavoro permanente a cui partecipano rappresentanti del Corpo di Polizia Locale e dell’Ufficio delle Dogane di Bari con compiti di monitoraggio ed analisi dei fenomeni fraudolenti e la identificazione di momenti di formazione tecnica da svolgersi a cura dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli rivolta ai funzionari ed agli agenti del Corpo di Polizia Locale.
L’accordo ha durata triennale e potrà essere rinnovato. Video: