M5S Andria: “dopo arresti, tangenti, appalti truccati ora tocca ricostruire per rialzarci dal disastro “

Arresti, tangenti, appalti truccati, dissesto economico con oltre 70 milioni di euro di debiti, dissesto sociale e culturale, strade distrutte, manutenzione beni ai minimi storici, nuova discarica, tasse al massimo, trasparenza annullata, gestione della cosa pubblica allucinante, assunzioni poco trasparenti, beni pubblici abbandonati, cantieri abbandonati, sicurezza a livelli minimi, droga ovunque, delinquenti insediati ad ogni livello con la compiacenza della politica. Disastri ad ogni livello. Ora tocca ricostruire ed io da qui voglio ripartire. Voglio ripartire dagli andriesi, dalle persone oneste” comincia così il post diffuso su Facebook dal parlamentare andriese Giuseppe D’Ambrosio (Movimento 5 Stelle).

“Ed allora vi chiedo: quante cose avete saputo prima del 2015 e quante dopo il 2015 quando il M5S è entrato per la prima volta in comune? I meriti? Tutti i meriti sono di Michele Coratella, Pietro Di Pilato, Faraone Doriana, Donatello Loconte e Vincenzo Coratella. Devo ringraziare questi 5 cittadini andriesi per aver dedicato alla mia città ed a tutti gli andriesi ogni forza in questi 4 anni, trascurando affetti, lavoro, famiglia…tutto! Devo ringraziare il nostro consigliere regionale Grazia Di Bari sempre vicino a tutto il nostro territorio. Voglio ringraziare tutti gli attivisti che non ci hanno mai lasciati soli anche quando tutti, e ripeto tutti, ci davano addosso ed essere “un 5 stelle” non era comodo per nessuno.

Infine un ringraziamento va fatto a tutti i cittadini andriesi per aver sopportato tanto in questi anni di disastri. Vero, gli andriesi hanno le loro colpe per aver continuato a votare questi disastrosi amministratori, da destra a sinistra, ma io credo che adesso le cose siano evidenti a tutti. Gli andriesi hanno resistito al peggior sindaco ed alla peggiore maggioranza della storia di Andria ma ora non basta! Ora serve rialzarsi! Ora serve tornare ad essere fieri ed orgogliosi di essere andriesi! Ed allora il mio augurio agli andriesi è uno e semplice: mi auguro e ci auguro che nel 2020, quando torneremo ad elezioni, potremo regalarci Michele Coratella Sindaco di Andria perchè solo con Michele possiamo provare, tutti insieme, a rialzarci dal disastro nel quale ci stanno lasciando. Serve qualcuno che abbia Andria nel cuore!” conclude D’Ambrosio.