Andria divisa in due frazioni: chi la ama e chi la maltratta. In un angolo il decoro urbano, poi, svoltando la strada…

In Piazza Catuma fioriere abbellite dagli stessi commercianti per rendere la piazza più bella e pulita, una piccola rivoluzione nell’ambito del decoro urbano se si tiene conto che in precedenza le medesime fioriere venivano usate come cestini porta rifiuti. Ecco due immagini:

A qualche metro di distanza, però, (e precisamente ai piedi di Porta Castello), il rammarico e l’indignazione colpiscono i passanti con ancora tanti rifiuti abbandonati senza un valido motivo e con un potenziale enorme danno all’immagine del centro cittadino:

 

La città di Andria sembra quindi “divisa” in due frazioni: persone sensibili alla questione ambientale ed alla tutela del patrimonio pubblico e, dall’altra parte, gente che, invece, ancora oggi insiste con metodi diseducativi e vergognosi che andrebbero nesessariamente perseguitati con le dovute identificazioni e sanzioni dei responsabili. Negli ultimi giorni, vi abbiamo parlato non solo di rifiuti abbandonati, ma anche di cani tragicamente uccisi avvelenati e di alberi ingiustamente (ed illegalmente) sottoposti a cementificazione selvaggia. Tutti fenomeni riconducibili ad una mancanza di consapevolezza e di rispetto nei confronti del territorio, della vita e del bene comune. Fenomeni che vanno contrastati per dar spazio invece a tutti quei cittadini di buona volontà che vogliono migliorare le condizioni del proprio territorio. Continueremo a batterci per loro.

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di VideoAndria.com cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero Whatsapp è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).