Andria: a dieci anni “dall’esperimento” Francesco sta ancora bene. Un inno alla “medicina coraggiosa”

Dieci anni. Come se fosse ieri. Penso a quel filmato che realizzai nel mio studio e penso a quanto siano cambiate le cose da allora: è cambiato il modo di comunicare, è cambiato il web, è cambiata la televisione, sono cambiate persino le scuole. Tutto è cambiato, a volte per il peggio, altre volte per il meglio. Ma Francesco Narducci, a mio avviso, non è cambiato quasi per nulla! Lo ricordo quella volta che, nel 2010, si presentò per registrare un suo intervento in quello che potevamo definire “lo studio di VideoAndria.com”. Da quell’anno (anche se il sito era già registrato dal 2002) partiva la vera e propria avventura del nostro blog, con documentari, approfondimenti e, spesso, anche comunicazioni partite dal basso. A volte ordinarie, altre volte “fastidiose”. Da quella stanzetta partì una piccola rivoluzione, da quelle voci indipendenti che ancora oggi “rompono le scatole”. Francesco è uno di quelli. E ce l’ha fatta:

E’ riuscito a rompere il muro del silenzio, a contrastare le presunzioni, a colpire l’intera nazione. Ce l’ha fatta scommettendo su se stesso: quell’anno riuscì a convincere i medici a sottoporsi ad una delicata (quanto rischiosa, almeno per coloro che non erano abituati ed effettuarla) operazione sulmetodo Zamboni”. Come molti ricorderanno, all’epoca, il nostro giovane concittadino era stato colpito dai sintomi della sclerosi multipla: non riusciva più a tenere in mano un oggetto, nemmeno a suonare la sua chitarra. Il suo futuro sembrava ridursi momenti di sofferenza. Ma Francesco non volle darsi per vinto: convinse i medici ad intervenire chirurgicamente su un disturbo vascolare noto come insufficienza venosa cronica cerebrospinale, con acronimo internazionale, CCSVI, che causa un restringimento dei vasi sanguigni del collo e del torace che irrorano il sistema nervoso centrale. Risultato: l’operazione riuscì correttamente e da allora Francesco non assume più farmaci, sta benissimo, è contattato da tutta Italia e, lavora, va in bicicletta e … suona la chitarra! Ricordo ancora quei momenti in cui tentammo di effettuare le interviste ai medici che lo avevano operato, senza successo. Avevano osato troppo. Erano andati oltre il “seminato”. Ma grazie al loro coraggio e al coraggio di Francesco, hanno salvato una vita.

Questo non è un inno alla “magia” e alla “medicina alternativa“, ma piuttosto alla “medicina coraggiosa” che, li dove non può sconfiggere una malattia, può alleviarne i sintomi anche a lungo termine. Le nostre vite non devono essere la “fotocopia” di quelle che ci hanno preceduto, ma piuttosto una versione migliore, che spesso deve saper osare per vincere le battaglie. Oggi Francesco conduce una vita pressoché normale e siede nel consiglio nazionale dell’Associazione sclerosi multipla Albero di KOS. Auguri a Francesco Narducci e a tutti “i Francesco” che in tutto il mondo non si danno per vinti davanti alla sciagura di una brutta malattia. Grazie per questo grande insegnamento. In questi giorni, Francesco ha promosso anche una petizione online sul sito web change.org (link qui). Per chi si fosse perso quel video:

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di VideoAndria.com cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero Whatsapp è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.